Pasqua con chi vuoi, ma a tavola, naturalmente. Il weekend sì è concluso con ottmi risultati per tutti i ristoratori italiani: nonostante la crisi economica, infatti, 3 milioni e 600 mila italiani hanno deciso di consumare il pranzo pasquale e la giornata di Pasquetta in un ristorante o in un agriturismo.

Secondo Fipe-Confcommercio, il settore alberghiero quest’anno ha registrato un’affluenza del 3% superiore rispetto al 2010.

Galleria di immagini: Piatti da ristorante

Le stime hanno calcolato una spesa totale di 1.3 miliardi di euro: il costo medio a persona è stato valutato intorno ai 100 euro, il piatto più ordinato inoltre è stato l’agnello, preferito da 6 italiani su 10, bordettato o arrosto con patate, mentre chi ha preferito passare le festività all’interno del proprio focolare domestico ha speso all’incirca la metà dei soldi. Come sempre, a tavola non sono mancate le iconiche uova di cioccolato e le colombe pasquali.

Infine, solo 2 famiglie su 10 hanno scelto un menu interamente vegetariano.

Uno dei motivi principali invece che ha spinto amici e parenti a trascorrere il weekend fuori casa è stata la temperatura quasi estiva che ha portato molte famiglie a prenotare un pranzo all’ultimo momento, in alcuni casi anche con vantaggiose offerte last minute inferiori al prezzo di partenza.