Da pochissimo è possibile riservare un tavolo al proprio ristorante preferito con un semplice click del mouse; questa iniziativa è molto vantaggiosa, soprattutto per coloro che amano andare a mangiare fuori spesso e a fine mese si ritrovano a pagare i numerosi scatti alla risposta del proprio operatore di telefonia fissa, o ancora peggio, mobile.

È conveniente anche per tutti quelli che si disperano a cercare nelle pagine bianche il numero di telefono del ristorante in cui si desidera andare, per poi, puntualmente, trovarne uno non aggiornato e quindi inesistente. Per non parlare dei timidi, ai quali la prenotazione via telefono, risulta quasi imbarazzante.

Galleria di immagini: Menu e ristoranti

Prenotare da queste piattaforme, quali MyTable, è semplicissimo: ogni ristorante aderente all’iniziativa ha una propria scheda, accessibile con un semplice clic, in cui sono presenti tutte le informazioni, le foto, il menu e addirittura le offerte speciali del locale in questione. Selezionando il giorno, l’orario e il numero di coperti, opzioni indispensabili per la prenotazione, e se si vuole, anche altri parametri specifici (aria condizionata, tipologia della cucina, parcheggio, WiFi, fascia di prezzo, intolleranze ecc.), il server del sito indicherà in pochissimo tempo in quale ristorante è ancora possibile trovare un posto libero.

Questa nuova trovata, è stata suggerita questa mattina in una conferenza tenuta presso l’Hotel Patria, da Mattia Carluccio, responsabile nazionale MyTable, Ismaele Marzano, responsabile di zona, Antonio Schipa, direttore provinciale di Confesercenti Lecce, Roberto Petrelli, presidente regionale Federazione Esercenti Pubblici e Turistici e coordinatore Associazione Ristoranti del Salento per il Turismo, i quali hanno mostrato i numerosi vantaggi di questa iniziativa, la quale, a un solo mese dalla sua attivazione come applicazione anche per iPhone, è stata scaricata da più di 4000 utenti.

L’idea di poter riservare un tavolo in un ristorante selezionato con attenzione secondo i propri parametri, cosa non possibile con le normali prenotazioni,  è conveniente non soltanto per i clienti, ma anche per i ristoratori stessi.