A cena al ristorante molto spesso si ordina una pizza ma non sempre la scelta risulta azzeccata perché se gli ingredienti non sono più che ottimi e la lievitazione fatta a regola d’arte, la pizza è un piatto che può rimanere assai indigesto. Vediamo come riconoscere e scegliere una vera pizza.

Che sia un ristorante che propone la tipica pizza napoletana, alta e soffice, oppure la versione più bassa e croccante, ci sono alcune indicazioni da seguire per scoprire se questo piatto nazionale molto amato è stato preparato alla perfezione.

Come per tutte le altre ricette anche per la pizza occorre dare la massima importanza alla qualità degli ingredienti: la mozzarella che è una delle basi di tutte le varietà di pizza deve essere fresca e la sua originalità si riconosce dal fatto che non si scioglie completamente mischiandosi con gli altri ingredienti, ma freddandosi tende a solidificare.

Questo è uno dei trucchi per scoprire se al suo posto sia stato usato qualche altro formaggio, più economico e meno nobile. Stesso discorso vale per il pomodoro, che sia in salsa o a pezzetti si riconosce subito la bontà, ma se si sente in bocca un sapore troppo acidulo vuol dire che siamo in presenza di alimenti non freschissimi.

Questo vale anche per le verdure, le salsicce, le uova e i funghi utilizzati per le versioni pizza capricciosa, boscaiola e altre. L’olio con cui viene condita la pizza deve essere extravergine di oliva per esaltare i sapori e i profumi degli ingredienti usati.

Passiamo all’impasto della pizza: se la farina è vecchia si percepisce subito un sapore rancido in bocca mentre per quanto riguarda la lievitazione il discorso è differente a seconda che si tratti di pizza napoletana o meno. Nella prima la regola è quella della doppia lievitazione ma in entrambi i casi ci sono dei segnali che fanno capire la buona lievitazione.

Per prima cosa la masticazione deve risultare fluida e la pizza non deve essere gommosa, poi deve risultare ben cotta in ogni parte e non deve presentare troppe bolle. Il modo più semplice per capire poi se una pizza era veramente buona è la digestione: se entro 5 ore dal pasto ci si sente ancora lo stomaco gonfio e pesante vuol dire che non era stata ben lievitata e ben cotta.