Sarete certamente andati in un ristorante, restando stupiti dal tipo di servizio e dall’arredamento. Ma se non siete stati in uno dei posti che vi descriviamo, vuol dire che ancora non avete visto nulla. Per cui vi invitiamo a esplorare nuovi orizzonti, sempre che facciano al caso vostro. Naturalmente, un arredamento accogliente fa tanto in un ristorante: in fondo, siamo in tanti a sceglierlo per questo, anche se teniamo d’occhio sempre quello che ci viene servito e come ci viene servito.

A Riga in Lettonia, troviamo ad esempio “Hospitalis“: si tratta di un ristorante-ospedale, anche se non è l’unico al mondo di questo tipo. I tavoli sono in realtà barelle e le cameriere sono vestite da infermiere e passano il loro tempo imboccando i clienti-pazienti e dando loro flebo di ottimo vino bianco. I piatti prendono il nome dal lessico medico, come il “residuo postamputationem traumaticam mixtum” e la “compressio cerebri cum oculus dextra”. Se ci capitate, non fate caso ai nomi o vi passerà l’appetito.

Galleria di immagini: Ristoranti strani

A Taipei, in Taiwan, invece, c’è un singolarissimo ristorante-toilette, in cui i tavoli sono lavandini e le sedie water-closed, mentre per usare il tovagliolo si deve srotolare la carta igienica. Se siete deboli di stomaco ricordate di non ordinare il gelato al cioccolato. A Bangok in Thailandia, c’è un particolare ristorante che gioca sui paradossi della sessualità, “Cabbages and Condoms“: in una città che aspira a diventare capitale del turismo sessuale, troverete dei camerieri con dei profilattici al posto dei cappellini.

Se amate la pesca e il pesce fresco, a Tokyo allo “Zauo” i clienti possono pescare il pesce da sé, col rischio però di restare a stomaco vuoto se non sono molto bravi in quest’arte. Mentre in Cina, a Pechino, da “Coolbaby“, c’è ristorante dedicato al vostro migliore amico, il cane.

Quello più particolare, per quello che riguarda il turismo culturale a tuttotondo, che non disdegna le visite ai grandi defunti, è il Lucky Hotel, situato in un vecchio cimitero musulmano della città di Ahmedabad, in India: ottimo se siete vegetariani, dato che troverete solo piatti cruelty free, però dovrete mangiare seduti tra ventidue tombe di santi e poeti sufi.

Anche in Italia, però, non scherziamo: nel Belpaese possiamo trovare dei ristoranti rigorosamente per due. Avete capito bene, il ristorante prevede solo due coperti. Ce ne sono alcuni, ma uno dei più celebri è il “Vacone” di Rieti, perfetto se volete una serata romantica senza il rischio di interruzioni di conoscenti seduti al tavolo accanto al vostro.