Arriva in TV la seconda serie di “Crimini“, otto episodi tratti dai racconti dei migliori autori noir italiani. Dopo il primo fortunato esperimento del 2006, Rai Due ripropone da venerdì 9 aprile la seconda serie, con otto storie indipendenti, ambientante in altrettante città italiane.

Gli scrittori che partecipano al progetto sono Andrea Camilleri, Giorgio Faletti, Carlo Lucarelli, Diego De Silva, Massimo Carlotto, Marcello Fois e Sandrone Dazieri. La serie è curata da Giancarlo De Cataldo che partecipa anche come scrittore.

L’idea di fondo è quella di creare un giro d’Italia criminale, da Trieste a Bari, passando per Perugia, Matera, Torino e Genova. A ogni scrittore è stato chiesto, come unico vincolo, di raccontare la realtà sociale a lui più vicina. Affiancati da sceneggiatori, i racconti sono stati trasformati in una serie di film interpretati dai volti noti del piccolo e grande schermo. Come spiega De Cataldo, curatore della serie:

Gli scrittori sono stati lasciati liberi di improvvisare sul tema, raccontando le ossessioni, le grandi e piccole paure, le speranze, le miserie e gli splendori di un Paese inquieto e inquietante che nessuna realtà riesce a descrivere meglio di quella criminale nei suoi costanti, spesso inafferrabili mutamenti.

La serie si apre il 9 di aprile con una storia ambientata a Bari, “La doppia vita di Natalia Blum“, di Giancarlo Carofiglio per la regia di Anna Negri, con Emilio Solfrizzi, nella parte di un editore che, alla ricerca di nuovi talenti, si imbatte in un’aspirante scrittrice, Anita Caprioli, e viene coinvolto, suo malgrado, in una storia di killer e prostitute.

Si prosegue con Carlo Lucarelli ad Ancona con “Niente di personale“, regia di Ivano de Matteo con Rolando Ravello e Donatella Finocchiaro, per seguire un killer professionista.

Il racconto successivo è “Little dream” di Massimo Carlotto una storia ambientata a Trieste che apre uno squarcio sul ricco Nord-Est, con la regia di Davide Marengo e la partecipazione di Rodolfo Corsato e Claudia Zanella. Segue la Torino di Giorgio Faletti con “Cane nero“, regia di Claudio Bonivento, con Enzo Decaro e Vittoria Belvedere impegnati a identificare un piromane.

Neve sporca” è l’episodio che si svolge a Courmayeur di Giancarlo De Cataldo, diretto da Marengo, con Roberto Citran ed Ernesto Mahieux, una storia di droga.

Con “Mork e Mindy” arriviamo nell’Umbria di Piergiorgio Di Cara, con la regia di Stefano Sollima e la partecipazione di Marco Foschi e Francesca Inaudi, che nei panni di due poliziotti si troveranno a Perugia per seguire le tracce di un traffico di droga.

A Matera è ambientato “Bestie” di Sandrone Dazieri, la regia di Andrea Manni, con Pietro Taricone e Christiane Filangieri, un racconto su uno sporco traffico di animali protetti. Infine a Genova è ambientata “Luce del Nord” di Gianpaolo Simi con Paolo Braguglia, Vinicio Marchioni e Nicole Grimaudo con la regia di Sollima, su un traffico di diamanti.

Alcuni dei racconti rappresentati sono stati inseriti dalla casa editrice Einaudi, nell’omonima raccolta “Crimini”. Oltre a questi sono presenti un racconto per ciascuno degli altri autori e il testo “Il mio tesoro” di Niccolò Ammaniti.