Riviera Maya è una splendida zona sulla costa est del Messico, da moltissime persone riconosciuta come una delle cinque mete ideali per viaggi di nozze. In realtà è molto di più: è il giusto connubio ed equilibrio tra chi cerca cultura e chi cerca natura, chi aspira al divertimento intelligente e chi vuole vivere un’avventura indimenticabile.

Galleria di immagini: Messico

Si parta da un presupposto: il complesso alberghiero e tutta l’offerta turistica connessa a Riviera Maya è sorta per il turista europeo, un turista molto esigente, che vuole spesso essere lontano dai clamori di una località turistica eccessiva e divertente come era Acapulco, sempre in Messico, negli anni ’80. Ma quando si fa un viaggio in queste zone, cosa si può fare o vedere?

L’offerta a Riviera Maya è interessante e variegata: si va dalle gite sui quad nella foresta, fino alle visite guidate alle rovine Maya di Tulum, Coba, Cichen Itza, il bagno nel cenote (che è una sorta di lago sotterraneo spesso in presenza di grotte carsiche), lo snorkeling nei pressi della barriera corallina, l’incursione su isola Mujeres e su isola Contoy, “dove nasce il cielo”, poiché si può trovare qui un osservatorio faunistico dedicato ai volatili. Di solito queste attività vengono proposte grazie a dei tour operator italiani, in genere Alpitour o Francorosso.

Gli alberghi sono una vera scoperta. La maggior parte degli hotel hanno cercato e trovato il giusto equilibrio tra natura ed esseri umani. Gli alberghi qui sono riusciti a preservare il verde di molte zone di foresta e spiagge bianche e incontaminate: non è raro, passeggiando attraverso i viali del Gran Bahia Principe, del Barcelò o altri, incontrare orsetti lavatori, iguana o coati, perfettamente abituati agli esseri umani, ma anche con la loro grande fetta di foresta completamente a loro disposizione. Bisogna però ricordare che, sebbene facciano tenerezza, è assolutamente vietato dar loro da mangiare.

Se ci si vuole divertire e ballare fino a sfinirsi, c’è il Coco Bongo, un locale affollatissimo, in cui si susseguono incursioni dell’Uomo Ragno e The Mask, mentre sul palco si susseguono imitazioni straordinarie dei Queen, Madonna, Lenny Kravitz, Michael Jackson e altri.

La cucina messicana è naturalmente molto differente da quella che si trova nei ristoranti messicani in Italia. E in Messico c’è un detto molto importante che deve valere sempre e comunque: l’habanero va rispettato. Si tratta del peperoncino piccante per eccellenza, che non va utilizzato in quantità eccessive quindi. La parola d’ordine a Riviera Maya è sempre e comunque rispetto: rispetto della natura anche quando l’uomo costruisce per portare a sé turismo e quindi vivere, rispetto per le tradizioni culinarie ma anche storiche, rispetto per il turista con una grande offerta in termini di attività, ma anche di relax. Perché non bisogna dimenticare che ovunque qui ci sono spiagge e piscine, per cui va bene l’avventura, ma ci si può anche godere un buon Ticket to Fly o una pina colada in un bar situato direttamente nell’acqua.