Kristen Stewart e Robert Pattinson sono certamente tra le stelle cinematografiche del momento, merito della saga di “Twilight”, che a novembre continuerà con la prima parte dell’ultimo capitolo, “Breaking Dawn”.

La coppia, innamoratissima, non è però invidiata da Anna Kendrick, attrice nota per il ruolo di Jessica Stanley nella saga dei vampiri, la quale ritiene come a causa della loro fama i due siano quasi costretti a vivere in una sorta di prigione. Bella, ma pur sempre una prigione.

Galleria di immagini: Breaking Dawn: still dal trailer

«Quando abbiamo finito di girare il primo Twilight, abbiamo organizzato il nostro “wrap party” (la canonica festa di fine riprese, ndr). Certo, non avremmo potuto immaginare quello che sarebbe successo dopo. Qualcosa del genere può arrivare inaspettatamente, e bisogna essere bravi ad affrontarla».

Anna, nella sua intervista concessa a EW, ammette di ammirare parecchio come Robert Pattinson e Kristen Stewart siano bravi a gestire l’enorme quantità di attenzione mediatica che viene a loro rivolta. Lei, al contrario, non ha un buon rapporto con la fama:

«Mi sento davvero, davvero fortunata a non avere a che fare con questo tipo di attenzioni. È come una prigione. Una prigione veramente bella, ma allora? Non è neanche possibile uscire tranquillamente dalla propria casa. Sono felice del fatto che questa non sia la mia realtà, al momento”.

Una volta Kristen paragonò l’ossessione dai paparazzi a uno stupro, cosa che fece discutere per parecchio tempo. Robert Pattinson stesso si è dimostrato spesso piuttosto nervoso con i paparazzi. Ha ragione dunque Anna a parlare in questi termini della fama a loro riservata?

Fonte: HollywoodLife.com