Robert Pattinson è apparso in un servizio fotografico per Black Book Magazine dove è tornato alla sua aria imbronciata e tenebrosa, con espressione minacciosa e soprattutto braccia tatuate. Ma non si preoccupino le fan, sono evidentemente tatuaggi finti. Mentre l’intervista è davvero cinica.

Galleria di immagini: Robert Pattinson su Black Book

Robert Pattinson appare in un locale da bowling, braccia e mani tatuate di nero, in pose da ragazzo di periferia, tranne che per una più sognante con una stella sul fondo. Sempre in camicia e magliette stampate, tutto rigorosamente firmato. E ha mostrato un lato del suo carattere meno giulivo di quanto non manifesti di solito, oltre a essere condite di parolacce che ci si aspetta più dalla sua compagna Kristen Stewart. Ad esempio: chi sapeva che l’attore britannico fosse tirchio?

«La prima volta che qualcuno ha detto qualcosa del mio essere famoso è stato quando cercavo di comprare una macchina qualche anno fa. Era una BMW decappottabile del 1989 che avevo trovato a 1.000 dollari su Craiglist. L’avevo portata sulle colline per fare una prova di guida, e ovviamente mi sono quasi schiantato. Qualche giorno dopo sono tornato a prenderla. Avevo detto che ero un attore e il ragazzo mi aveva cercato. Quando sono tornato, mi ha detto “Ehi amico lo sai che sei al secondo posto su IMDB?”. E io ho pensato “Me**a, adesso non posso chiedere 200 dollari di sconto”.»

Oppure, altro episodio interessante che rivela un altro lato poco rassicurante di Rob, riguarda il suo rapporto con la stampa:

«Una volta ho lanciato io stesso un rumor su Entertainment Tonight che c’erano delle scene di sesso tagliate da Twilight che non era nemmeno state prese. Ho pensato “Che ca**o, adesso te la do io questa roba”.»

Rob suona meno allegro del solito. Sarà per fare il paio con il servizio fotografico.

Fonte: BlackBook