Robert Pattinson interpreta Edward Cullen, il vampiro protagonista della saga di “Twilight“. Pattinson nasce a Londra il 13 maggio del 1986, è un attore e anche un musicista. Infatti, suona la chitarra e il pianoforte e ha una sua band.

Divenuto famoso con “Twilight”, Pattinson ha conquistato il pubblico femminile grazie al suo sguardo romantico e alla sua capigliatura ribelle.

Robert Pattinson è in questi giorni al cinema con “New Moon”, secondo episodio della saga “Twilight”, diretto da Chris Weitz.

IESB lo ha recentemente intervistato. Ne riportiamo le battute più interessanti tradotte in italiano.

Com’è stato lavorare con Chris Weitz?

Weitz è una delle persone migliori che io abbia mai incontrato, ci mette molta passione nel suo lavoro. È proprio una persona meravigliosa con cui lavorare. Prima e durante le registrazioni del film Weitz ci ha dato una specie di sillabario di 40-50 pagine, questo non mi era mai capitato prima. Il film è così conforme al libro!.”

In “New Moon” Edward lascia Bella. Ti è mai capitato? Hai mai sofferto per amore?

No, non mi è mai capitato

Se ci fosse stata una lotta tra Edward e Jacob, chi l’avrebbe vinta?

Non lo so. Attualmente Edward la vincerebbe, se ho letto bene il libro.

Ritieni che Edward ti assomigli caratterialmente?

Per alcuni aspetti. Ad esempio la testardaggine, soprattutto per alcune cose. Inoltre posso diventare molto ossessivo e anche possessivo. Edward è anche molto orgoglioso, come me.

Si approfondisce il personaggio di Edward in ogni film sempre di più. Cosa ti piace di più di lui?

Quando ho letto New Moon ho capito come lo avrei dovuto interpretare nel primo film. New Moon è il libro che più mi ha aiutato a capire Edward, ad umanizzarlo. Nel primo film Edward rimane un personaggio ideale dall’inizio alla fine. Ma nel secondo compie degli errori. È circondato da persone più forti di lui, più influenti, e questo lo rende più umano. Da quando ho letto i libri della Meyer mi è piaciuto il suo personaggio, e ho provato ad interpretarlo con la stessa intensità in tutti i film. È l’eroe della storia che rifiuta di accettare il suo ruolo eroico, e penso che questo sia ammirevole

Qual è il tuo film preferito sui vampiri e perché?

Non so. Mi piacerebbe essere “Ethan Hawke in Interview with a Vampire”, anche se so benissimo che lui non era un vampiro. Attualmente mi piace Wesley Snipes (in Blade), lui è grandioso.

Cosa hai in programma per il 2010?

Dipende da come vanno le cose. A febbraio inizierò a girare un film dal titolo “Bel Ami”, che è un adattamento cinematografico di una novella di Guy de Maupassant. Poi spero di fare un film western con Rachel Weisz e Hugh Jackman, dal titolo “Unbound Captives”.