Dopo aver ammesso che il suo alter ego Edward Cullen gli mancherà molto, Robert Pattinson si è lasciato andare a ricordi poco piacevoli relativi al suo esordio come vampiro nella saga di Twilight, ormai giunta al termine.

Il cast ha fatto le valige e il set che ha ospitato per mesi gli attori di Breaking Dawn si è improvvisamente svuotato: tra i progetti per il futuro e la nostalgia per questo capitolo della sua vita, la star inglese ha ammesso che accettare la parte di Edward non è stato facile, a causa di numerose lettere minatoriericevute all’inizio delle riprese.

Galleria di immagini: Robert Pattinson Cedric Diggory

Moltissimi fan della saga scritta da Stephenie Meyer, infatti, non lo consideravano idoneo per interpretare il personaggio del giovane Cullen, forse perché continuavano a identificarlo con Cedric Diggory, lo sfortunato amico e rivale di Harry Potter.

“La gente mi ha mandato lettere piene di odio e anche Internet era pieno di messaggi scritti da fan di Twilight che non mi volevano. Poi il trailer è uscito e tutto è cambiato. Ho cominciato a ricevere lettere d’amore invece di messaggi di protesta.”

Possiamo capire, finalmente, da dove nasce il rapporto di amore-odio che Rob ha con le sue fan, per lui ancora poco comprensibili e in generale troppo irruente e invadenti, soprattutto quando si trova in compagnia della collega Kristen Stewart.

Molte delle decisioni di vita prese da Pattinson fino a questo momento, quindi, dipendono proprio da questo burrascoso rapporto con le ammiratrici, che hanno portato l’attore a decidere di non comprare casa preferendo girovagare tra i vari residence e alberghi al fine di garantirsi un po’ di privacy.