Robert Pattinson attacca la sua nazione, l’Inghilterra? Proprio nei giorni in cui a Londra viene celebrato il Giubileo di Diamante della Regina Elisabetta, il giovane attore inglese parla di come non apprezzi il suo marcato accento britannico, che potrebbe risultare un ostacolo per la sua carriera cinematografica a Hollywood.

Robert Pattinson va quindi contro la sua patria, sostenendo che non ama molto le tradizioni inglesi e lamentandosi per il suo accento. L’attore ha infatti dichiarato in una nuova intervista che non si sentirebbe molto a suo agio a interpretare un personaggio britannico.

Galleria di immagini: Robert Pattinson, Cosmopolis a Toronto

Pattinson è attualmente sugli schermi italiani nel nuovo film di David Cronenberg Cosmopolis, di recente presentato in concorso al Festival di Cannes e che sta molto dividendo pubblico e critica, tra entusiasmi e critiche ugualmente forti.

Abituato a lavorare negli Stati Uniti e in Canada, l’attore noto per la saga di Twilight, in una recente intervista al magazine britannico The Sun ha dichiarato che si sentirebbe a disagio nell’interpretare un personaggio britannico:

«Mi sento molto nudo con il mio accento britannico. Mi sembra come se non stessi davvero recitando. E inoltre le cose inglesi non sono molto buone.»

Robert preferisce dunque conservare la sua parlata britannica soltanto per l’ambito privato? Non lo vedremo mai in ruoli da inglese doc?

Fonte: The Press Association