Non amerà lavarsi, ma a livello di galanteria è un perfetto gentiluomo. Robert Pattinson, infatti, si è molto contrariato per le scene di sesso violento in “Breaking Dawn”, tanto da protestare con la troupe di ripresa della pellicola. La sua paura? Ferire l’amata Kristen Stewart.

Il copione dell’ennesimo film della saga di Twilight, in effetti, prevede delle scene di passione esplicita e brutale, volute per sottolineare l’irruenza del vampiro che, dopo tanto tempo d’attesa, finalmente riesce a coronare il sogno d’amore con la donna tanto desiderata.

Galleria di immagini: Rob e Kristen varie

Spaventato però dalla violenza del passaggio, Robert avrebbe chiesto ai produttori di ricorrere a dei figuranti:

Possiamo usare delle controfigure? Kristen è così esile, non posso sopportare il pensiero di farle del male.

Nessuna lamentela, invece, sembrerebbe essere arrivata dalla Stewart, dimostratasi entusiasta per questi particolari spezzoni del copione. La giovane, a dir la verità, si è dichiarata curiosa in materia di sesso non convenzionale, tanto da andare su tutte le furie per l’esclusione delle scene più bollenti di “Welcome to the Rileys”.

A quanto pare, la troupe ha negato la richiesta di Pattinson e il divo, da perfetto professionista, ha girato l’agognato amplesso selvaggio senza ulteriori inibizioni. Una cosa appare, però, assodata: niente acrobazie da vampiro per la quotidianità sessuale dei RobSten fuori dal set.