Forse non tutti lo sanno, ma Robert Pattinson ha da sempre il pallino della musica. L’attore, anzi, prende talmente sul serio questa sua passione da azzardare alcuni paragoni fra la sua futura carriera di cantante e alcuni grandi personaggi della storia musicale.

Procediamo per gradi. In realtà il bell’inglese non ha ancora pubblicato nulla, per cui se non siete ancora in possesso di nessuna demo in cui Edward Cullen si lascia andare a raffinati gorgheggi non è grave. Tuttavia l’attore ha più volte dichiarato che la sua chitarra è la sua migliore amica e non ha mai nascosto il suo interesse per talent show come X-Factor.

In una recente intervista al tabloid britannico The Sun, poi, ha apertamente reso pubblica la sua intenzione di tentare una carriera musicale, anche se, per sua stessa ammissione, probabilmente con scarso successo.

Già mi vedo a suonare in un blues bar, con tre persone che intanto affogano i loro problemi nell’alcol. Io suono secondo il mio umore e a volte quello che viene fuori è musica davvero deprimente.

Secondo lo stesso Pattinson, infatti, se la sua carriera musicale dovesse davvero iniziare, le sue opere non saranno capite appieno se non dopo la sua morte, in seguito alla quale diventerà una vera e propria leggenda. Esattamente come Kurt Cobain, compianto leader dei Nirvana.

Sono sicuro che finirei per essere uno di quegli artisti a cui la gente non presta la minima attenzione finché sono in vita, e quando sarò morto la gente inizierà a dire “Oh, cavolo era un’opera d’arte!”