Robert Pattinson è stufo dei paparazzi, tanto che un giorno, lasciata alle spalle l’esperienza di “Twilight“, sogna di sfogarsi contro di loro. Questo è quanto l’attore ha dichiarato in un’intervista rilasciata al sito Web del magazine Elle, in cui ha anche raccontato altre curiosità su di sé e sulle ultime esperienze lavorative nella trasposizione cinematografica di “Bel-Ami“, romanzo dello scritto francese Guy de Maupassant.

“Quando questa cosa si sarà esaurita e difficilmente ci saranno dei paparazzi in giro (non so, tra 15 anni o qualcosa del genere) mi piace l’idea di un paparazzo che sbuca dal nulla per scattare una foto e di me che lo picchio selvaggiamente. Intendo dal nulla – quando avere una mia immagine non varrà nulla… e avrò speso tutti i soldi, non potrà nemmeno farmi causa!”

Galleria di immagini: Robert Pattinson e Vanity Fair

Così ha detto Pattinson, raccontando una fantasia su come avrebbe potuto distruggere l’immagine da bravo ragazzo creata impersonando il ruolo del vampiro Edward Cullen nella saga nata da Stephenie Meyer.

“Un gruppo di paparazzi mi stava seguendo e ho pensato che il modo migliore per risolvere la situazione fosse fermare l’auto in mezzo alla strada dicendo “non sto partendo, e non ho intenzione di parlare con voi”. Si sono tutti innervositi perché non potevano continuare a scattare sempre la stessa foto.”

Robert ha poi rivelato che da teenager era ossessionato da Kate Moss tanto da avere in camera un poster della supermodella. In costante contatto con il pubblico, l’attore ha scherzato anche sul fatto che ormai non c’è quasi più nulla che possa metterlo in imbarazzo, tranne la danza suo unico punto debole:

“Ballare è il mio tallone d’Achille – non ci provo nemmeno. […] Posso ballare a modo mio da solo, senza che nessuno mi stia guardando. È allora che divento un gran ballerino.”

Parlando poi di Bel-Ami, Pattinson ha scherzato sul suo ruolo da donnaiolo e arrivista che, sfruttando la sua avvenenza e il suo fascino, sfrutta l’amore di donne influenti nell’alta società per fare carriera.

“Ho pensato che fosse divertente interpretare il ruolo di un ragazzo che fondamentalmente va a letto con delle donne per soldi. Mi piace il fatto che non senta mai parlare di un film dove il cattivo pugnala ogni singola persona nella schiena e poi vince.”