Sta già scatenando un gran polverone il nuovo programma che Roberto Saviano sta preparando insieme a Fabio Fazio e alla squadra di “Che tempo che fa”. La Rai, infatti, starebbe pensando di ridimensionare l’evento dalle quattro puntate previste a due. Le motivazioni?

Sembra che in Rai siano viste con preoccupazione soprattutto due trasmissioni di “Vieni via con me” (questo il titolo di lavorazione del programma) che affronteranno il tema della ricostruzione dopo il terremoto dell’Aquila e il problema dei rifiuti. Ma, in caso di tagli, gli autori affermano che il programma non si farà. La decisione sta inoltre alzando un vespaio politico, con i “finiani” e gli esponenti del PD che si schierano dalla parte di Saviano.

Le altre due puntate previste dovrebbero (il condizionale a questo punto è d’obbligo) invece riguardare la ‘ndrangheta e la delicata questione eutanasia/accanimento terapeutico, con particolare riferimento alla vicenda di Piergiorgio Welby. Martedì il consiglio di amministrazione Rai valuterà il da farsi, dichiarando che due puntate potrebbero andare in autunno e le altre due essere rimandate al prossimo anno. Che succederà?

Intanto, anche il calciatore napoletano Marco Borriello, fresco di esclusione dalla rosa che parteciperà al Mondiale, si è scagliato contro lo scrittore, accusandolo in un’intervista al magazine GQ di “aver lucrato” sulla sua città, salvo poi fare dietro front e dire che il suo pensiero è stato male interpretato.