Roberto Saviano, il noto scrittore campano autore di “Gomorra”, non smentisce la propria fama e prosegue con la sua attività di denuncia. Durante il TG di La7 diretto da Enrico Mentana, ha infatti denunciato la poca trasparenza della Rai in merito al presunto boicottaggio in atto nei confronti di “Vieni via con me“.

Il nuovo programma condotto da Fabio Fazio e dallo stesso Saviano dovrebbe fare il suo debutto il prossimo 8 novembre su Rai Tre. Nel corso del faccia a faccia con Mentana, quando il direttore ha chiesto chiarezza sul caso, lo scrittore ha risposto in questo modo:

Non si è risolto nulla, oggi non ci sono le condizioni per andare in onda serenamente, perché non si sta lavorando serenamente.

Tutto sarebbe nato dopo la consegna della scaletta degli argomenti che avrebbero trattato nel corso delle quattro puntate, sebbene la Rai invece affermi si tratti di un problema di compensi per gli ospiti. Saviano ha anche specificato che alcuni dei temi trattati sarebbero stati l’endemica questione dei rifiuti in Campania e la corruzione nel mondo della politica.

Esattamente come già successo in passato con Fini, il TG di LA7 di Enrico Mentana sembra essere diventato uno dei pochi spazi che concedono la libertà di parola. Saviano ha anche raccontato che la Rai è orientata a spostare “Vieni via con me” di mercoledì, in piena concorrenza diretta con le partite di Champions League, mostrando la poca volontà da parte dell’azienda di agevolare il programma e favorirne gli ascolti.