Si ritorna a parlare del caso Ruby Rubacuori, del premier Silvio Berlusconi e delle sue supposte scappatelle. Stavolta a commentare gli atteggiamenti del premier non è un giornalista né un’opinionista, ma un vero esperto in tema di sesso: l’attore di film hard Rocco Siffredi.

Siffredi, in un video sul suo canale YouTube, ha parlato di perversioni attribuibili a Berlusconi, commentando dall’alto della sua esperienza nel settore. Secondo il Rocco nazionale la maggiore perversione, a detta di uno che ha fatto sesso con cento donne contemporaneamente per girare la scena di un porno, è mettere in un calderone veline, personaggi televisivi e escort di basso profilo.

Nel video, che possiamo vedere in basso, Siffredi spiega:

Sono appena tornato in Italia. In Italia si parla molto di sesso, sesso e politica. Ci ho pensato un paio di giorni e poi ho detto: c’è qualcosa tra me e il presidente, che ci lega. Voi avete detto Rocco for president, ma il vero presidente che tromba ce l’avete, io tromberò la metà della metà della metà di quello che fa lui. La perversione vera è quella di mettere due-tre ministre, un paio di veline, due-tre mogli di calciatori, qualche personaggio dello spettacolo, e ho visto una lista che non finiva più, insieme con delle vere escort, e stiamo parlando di escort un pelino low profile. Lui è il numero uno, perché quando riesci a fare questo significa che il tuo senso di sesso, quello naturale, l’hai passato da un pezzo.

E alla fine Siffredi manda un messaggio agli amici del Premier, affinché dicano a Berlusconi che la sua è una dipendenza dal sesso e che può essere aiutato. Naturalmente, il riferimento è al caso Ruby Rubacuori, che non viene mai nominata nel video e che proprio ieri ha fatto visita alla discoteca in cui ha fatto la cubista: una rentrée da VIP a bordo di una Ferrari, con tanto di champagne e scorta al seguito. Anche Siffredi ha voluto pronunciarsi sulla vicenda, forse con ironia e autoironia.