Inizia con una grossa e sorprendente delusione l’avventura delle tenniste azzurre al Roland Garros, dove la brindisina Flavia Pennetta è stata sconfitta dall’americana Varvara Lepchenko in tre set con il punteggio di 6-3 2-6 6-3.

Partita subito complicata per l’italiana, ancora alla ricerca della migliore condizione dopo l’infortunio alla spalla che l’ha tenuta lontana dai campi da tennis per parecchio tempo, con l’americana che riesce a strappare il break già al secondo gioco, per poi essere raggiunta immediatamente sul 2 a 2 con un contro-break che faceva ben sperare per il prosieguo del match.

Galleria di immagini: Flavia Pennetta e Gisela Dulko

E invece, la precaria condizione fisica e la conseguente scarsa brillantezza mentale complicano nuovamente le cose: quando al sesto game Pennetta concede un altro break con tanto di doppio fallo, che si rivelerà importantissimo per la conquista del primo set, finito all’americana.

La musica cambia nel secondo set, dove la brindisina approfitta di una Lepchenko “sciupona” chiudendo sul 6-2 a suo favore e andando al terzo e decisivo set con la speranza di continuare l’avventura allo slam francese. Ma proprio il terzo set si rivela decisivo in senso negativo, con l’azzurra incapace di chiudere il punto del possibile 4 a 2 a suo favore e costretta a cedere, seppur con orgoglio (con due match-point neutralizzati), alla caparbia avversaria, che adesso affronterà al secondo turno la connazionale Bethanie Mattek-Sands, capace di superare per 2 set a 1 la spagnola Parra Santonja (2-6 7-6 6-2).

Intanto, vanno avanti nel torneo anche la serba numero 10 al mondo Jelena Jankovic, che ha battuto Alona Bondarenko per 6-3 6-1, e la russa Svetlana Kuznetsova, che era chiamata al riscatto dopo qualche prova incolore di fronte alla slovacca Magdalena Rybarikova, superata agevolmente per 6-2 6-3.