È stato inaugurato ieri il Roma Jazz Festival, che si svolge dall’8 al 30 novembre all’Auditorium Parco della Musica. Quest’anno, la trentacinquesima edizione della kermesse sarà dedicata principalmente alla ricerca del “Jazz Appeal”, ovvero la nuova estetica di una musica intramontabile e densa di fascino come il jazz.

Fin dalle sue origini il jazz è stato sinonimo di libertà, di sensualità, ibridazione e mescolanza e tutt’oggi, grazie a veri e propri miti come Louis Armstrong, Duke Ellington, Billie Holiday e Miles Davis, mantiene intatta tutta la sua vivacità e il suo fascino che andranno a invadere, per quasi un mese, il Roma Jazz Festival.

Galleria di immagini: Roma Jazz Festival

Sono stati Dave Holland (al contrabbasso) e Pepe Habichuela (alla chitarra), con il Flamenco Quintet featuring Josemi Carmona (alle percussioni), a inaugurare il Festival ieri seri

Si proseguirà il 10 novembre con la musica di Mike Stern e della sua band, in quella che si preannuncia essere una performance live dalla forza dirompente. Venerdì 11, invece, Roberto Gatto guiderà un ensemble con alcuni tra i protagonisti della scena jazz internazionale.

Il 13 sarà la volta di Pat Metheny, in trio con Larry Grenadier e Bill Stewart, e del giovane pianista svizzero Colin Vallon, in trio con Patrice Moret e Samuel Rohrer.

Una delle più sorprendenti artiste del jazz contemporaneo, Youn Sun Nah, presenterà invece il 14 “Same Girl”, insieme al chitarrista svedese Ulf Wakenius. Martedì 15 , Danilo Rea (pianoforte) e Flavio Boltro (tromba) interpreteranno alcune tra le più popolari liriche e arie del melodramma italiano in chiave jazz.

Dee Dee Bridgewater il 17 presenterà il suo tributo “To Billie with love: A celebration of lady day”. Il giorno dopo Roberta Gambarini, una delle artiste italiane più conosciute e apprezzate a livello internazionale, presenterà un repertorio tratto dal variegato album “So in love”.

Il 19 sarà la volta del duo Musica Nuda composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, a presentare un ampio repertorio che spazia dal rock al jazz, dalla musica italiana alla folk. Lo stesso giorno il trombettista Ibrahim Maalouf, uno dei più sorprendenti protagonisti del panorama jazz contemporaneo, presenterà il repertorio tratto dal suo più recente lavoro discografico “Diagnostc”.

Il 21 si esibiranno, in un’esclusiva per l’Italia, Stefano Bollani e Hamilton De Holanda, mentre il 25 sarà poi la volta di un omaggio a John Adams attraverso alcune delle sue più famose opere dedicate al gospel, al pop e allo swing. Il giorno successivo Latin Mood, il gruppo del sassofonista Javier Girotto e del trombettista Fabrizio Bosso, porterà a Roma l’atmosfera e l’infinità di stili provenienti dal Sud America.

Domenica 27 in programma il concerto di Tigran Hamasyan Trio, uno dei più apprezzati musicisti della scena jazz contemporanea. Mistico Mediterraneo si esibirà il 28 e mescolerà le polifonie della Corsica, incarnate dall’ensemble vocale A Filetta insieme a Daniele di Bonaventura e Paolo Fresu.

Il 29 novembre sarà la volta del trio del pianista svedese Martin Tingvall. Mentre il 30 novembre il festival si chiuderà con il collettivo di giovani talenti del jazz italiano capitanato da Enrico Rava, che presenterà un nuovo progetto ispirato a Michael Jackson.

Molti alche gli eventi collaterali al Festival, come la mostra “Ispirazione Creativa”, il palco dedicato ai talenti emergenti della scena europea e uno spettacolo di burlesque.

Fonte: Roma Jazz Festival