Il padre di Guendalina Tavassi, Luciano, rincara la dose rispetto al figlio Edoardo che, nei giorni scorsi aveva affermato che Guenda sarebbe andata in nomination e poi uscita. La profezia di Edoardo si è realizzata per metà, ma quello che Luciano dice ha lasciato perplessi un po’ tutti: secondo il papà di Guenda, la vincitrice del Grande Fratello sarà Rosa Baiano, perché di Caserta come Pietro Taricone.

Ora, come tutti sappiamo, il compianto Pietro non ha affatto vinto il GF (la prima edizione fu vinta da Cristina Plevani), per cui non si comprende bene cosa significhino le parole di Luciano e cosa abbia voluto insinuare il papà di Guenda. Certo, Rosa è data come favorita, ma ci auguriamo che questo non la metta sullo stesso piano di Taricone, data la fine che l’attore ha fatto. Persino Mauro Marin, intervistato sul set de “Il sogno” a Caserta, fece un eloquente gesto scaramantico quando gli si chiese se voleva fare la carriera di Pietro.

Galleria di immagini: Rosa Baiano balla con Jimmy Barba

Inoltre, con i morti non si scherza: quello di Luciano è stato un atteggiamento poco rispettoso nei confronti di una persona che non c’è più e che, in quanto tale, non può neppure difendersi. Ma negli ultimi tempi sembra andare di moda così: tutti mettono bocca sulle vicende del GF, quando i veri protagonisti dovrebbero essere i concorrenti. Sono loro a giocare, a ridere, a soffrire e a fare delle strategie per il montepremi. Ma tant’è, in fondo Andy Warhol diceva che avremmo avuto tutti il nostro quarto d’ora di celebrità.

Peccato che quel quarto d’ora lo si sfrutti proprio male, come ha fatto per esempio Nando Colelli, che si è lasciato andare a considerazioni veramente poco signorili su Margherita Zanatta, la presunta amante Alessandra Correale e le donne in genere, nonché gli omosessuali, che ha definito malati alle telecamere de “Le iene”. Forse, tutti quanti dovrebbero stare un po’ più attenti ai propri pensieri, nel momento in cui questi diventano parole.