Il rossetto è un elemento fondamentale per tutte le donne, che lo applicano con lo scopo di far apparire le proprie labbra più sensuali e curate. Ma le formulazioni, così come le texture, non sono però tutte uguali: ne esistono di differenti tipi e composizioni. Su quale orientarsi allora?

Galleria di immagini: Make-up labbra

Il rossetto così come si intende in primis, quindi il rossetto puro, è composto da pochi pigmenti di colore, che non vanno a coprire interamente le labbra, ma donano solo quella sfumatura in più, lasciando inalterato il colorito naturale delle labbra. È una buona alternativa al classico burro di cacao o un perfetto sostituto del lucidalabbra, scartato da molte donne perché a volte troppo appiccicoso.

Un rossetto cremoso risulta invece più coprente, cambiando del tutto tonalità alle labbra, grazie all’alto numero di pigmenti colorati contenuti in esso. Può apparire abbastanza lucido una volta applicato ed è preferibile abbinarlo ad una matita per il contorno labbra della stessa tonalità del rossetto, in modo da evitare che possa colare; in più è preferibile applicarlo con un pennellino apposito, in modo da regolare quantità e intensità del colore.

Un altro tipo è il rossetto matte, del tutto coprente, non brillante. Bisogna fare attenzione con questo tipo, poiché nei colori vivaci e nelle tonalità scure si corre il rischio di rendere le labbra più sottili; per questo motivo è sempre importante scegliere un colore che si abbini con il colore della propria pelle, per non risultare fuori luogo con un rossetto non adatto al proprio make-up. Il problema delle formulazioni matte è che possono seccarsi e mostrare così delle piccole rughe sulle labbra; per evitare ciò basta mischiare il rossetto con un po’ di crema, o un burro di cacao, in modo da renderlo più morbido.

Un’altra alternativa è quella del rossetto perlato, molto usato negli anni ’80 e ora abbastanza fuori moda. A prima vista, può non dare uno splendido aspetto alle labbra, anche perché di recente lo si vede spesso sulle labbra delle signore di una certa età: per renderlo un po’ più attuale bisognerebbe mirare ad un colore specifico, evitando le classiche tonalità come per esempio il rosa. Al momento non è molto utilizzato, essendo considerato abbastanza vintage, ma non è mai detto un ritorno di fiamma, eventualità che nel mondo del make-up e della moda capita così spesso.

Per terminare, i rossetti glossy oppure i lucidalabbra sono quelli che rendono le labbra più brillanti, luminose e voluminose; molto spesso vengono scartati dalle donne perché appiccicosi, ma molto dipende anche dalla qualità del prodotto. Se le labbra però sono rovinate o presentano dei piccoli tagli, è bene non applicarlo poiché le piccole imperfezioni verranno ancora di più messe in risalto.

Fonte: Our Vanity