Finita la stagione delle fashion week, ci si chiede quali siano i colori che nel campo della moda tingeranno le stagioni fredde. A quanto pare quest’anno la moda si tingerà di rosso e di nero, nuance iconiche che diventano una tendenza per i mesi invernali che sono ormai arrivati.

Infatti, insieme ai classici colori invernali come il marrone o il verde scuro, si aggiungono queste due tinte d’impatto: il nero, da sempre un classico dall’animo dark, e il rosso, acceso e passionale con cui non si passa di certo inosservate. Tantissime sono le nuove tendenze che arrivano dal mondo della moda e che tingono i propri capi di rosso e di nero creando interessanti mix o sfruttando la tecnica del color blocking.

Un capo che da almeno un anno fa tendenza è sicuramente lo tutina intera, meglio conosciuta come jumpsuit: se ne sono viste di tutte le forme e colori, un pezzo unico che se indossato bene slancia e mette in risalto il punto vita. Per la collezione A/I 2012/2013, lo stilista Valentino propone la jumpsuit in due versioni: una rossa in tessuto statement, classica e raffinata, e una nera in delicata pelle, molto più graffiante e rock; molto belle sono anche le versioni di Stella McCartney nella nuance rossa, quella short di Topshop, la versione nera di Sandro e quella in fascia di Asos.

Tornando a parlare di pelle, rappresenta da sempre un pezzo iconico e irrinunciabile le donne che mirano a fasciare le proprie forme con questo materiale must have. Quest’anno stanno spopolando i giacchetti in pelle: si vedono in tutti le salse e nelle nuance più disparate, spesso impreziositi da inserti metallici come borchie e catenelle. Belstaff ne propone una in pelle nera mentre Rag&Bone opta per una versione in rosso; inoltre la pelle viene spesso utilizzata per realizzare dei patchwork, proprio come negli abiti di Sandro o nelle gonne di Alice+Olivia.

Altri capi iconici delle stagioni fredde sono sicuramente gli immancabili maglioni e cappotti; per i maglioni spiccano quello nero firmato Just Cavalli da indossare sui leggings o quello rosso di Christoper Kane a collo alto, perfetto sui pantaloni di cui {#Zara} ne propone una controparte sempre rossa, mentre Mango sceglie una versione con maniche a tre quarti. Molto trendy anche quelli proposti da Rochas che offre alle sue clienti una versione più corta, quasi a mantellina, e quelli di Markus Lupfer che vi stampa sopra una bella nuvoletta tipica dei fumetti. Per i cappotti, invece, ci sono le versioni di Lazzari, molto romantici con forme morbide e bottoni a forma di fiocco, di Jil Sander Navy, in nero e dalla forma allungata di Costume National, piena di zip per Marni e doppiopetto militare per Sportmax.

Anche il pizzo non poteva di certo mancare: tessuto sensuale e anch’esso iconico ad effetto vedo/non vedo, come quello proposto da Antonio Marras nella versione nera o quella rossa di Michael Kors. Il pizzo inoltre viene anche utilizzato spesso come inserto come ad esempio nei vestiti di By Malene Birger o come modellante in quello di Zara.

Ultima ma non meno importante è la stampa floreale: imperterrita continua a far impazzire milioni di donne che non possono fare a meno di aggiungere un capo del genere al proprio guardaroba. Quest’anno, tra le versioni proposte, spiccano quelle di Moschino Cheap & Chic con i suoi papaveri rossi, Tory Burch con corolle e pistilli su uno sfondo rosa, Equipement caratterizzato da mimose su sfondo nero e DKNY con una pioggia di bellissime rose.

Fonte: Grazia.it