C’è aria di complotto attorno alla nascita della Royal Baby. Kate Middleton ha dato alla luce la piccola Charlotte Elizabeth Diana il 2 maggio scorso e, dopo pochissime ore, ha mostrato la principessina ai media e ai cittadini inglesi accampati da giorni davanti al St. Mary Hospital di Londra. La duchessa di Cambridge, subito dopo il parto naturale, si è mostrata raggiante ed impeccabile, attirando su di sè le critiche di molte donne rimaste incredule davanti ad una forma fisica troppo perfetta per una neo mamma.

Galleria di immagini: Royal baby: le prime foto della principessa

Data l’inspiegabile situazione, i cospirazionisti non hanno perso tempo ad analizzare le presunte dinamiche della nascita della Royal Baby, giungendo a teorie che hanno dell’incredibile. Secondo la rivista russa “Komsomolskaya Pravda” la principessina sarebbe nata addirittura tre giorni prima dell’annuncio ufficiale in quanto è impossibile che una mamma esca dall’ospedale a poche ore da un parto naturale come se nulla fosse successo. A quanto sostengono i complottisti anche la neonata in braccio a Kate non ha l’aspetto di una bimba nata da poche ore, ma da due o tre giorni. A sostegno di queste tesi si sono scatenate anche tantissime donne russe che hanno lanciato chiari messaggi di accusa su Twitter:

“Non c’è niente che può aiutare una donna che ha appena dato alla luce un figlio, anche se è seguita dai migliori medici: è impossibile che solo dopo cinque ore si alzi in piedi e lasci l’ospedale sulle proprie gambe”.

Come se non bastasse, le teorie cospirazioniste non finiscono qui. C’è chi ha rincarato la dose, affermando che la piccola Charlotte, in verità, sarebbe stata partorita da madre surrogata e che quindi il pancione di Kate, in tutti questi mesi, sarebbe stato finto.