Zombieland“, l’esordio cinematografico di Ruben Fleischer non è ancora uscito nelle nostre sale, eppure il regista è già al lavoro da un po’ di tempo sul sequel del film.

In una recente intervista rilasciata su Sci Fi Wire, il regista sembrerebbe intenzionato ad attingere dalle nuove possibilità che la tecnologia 3D mette a disposizione.

Il regista, infatti, ha assistito a una serie di workshop diretti da alcuni addetti alla stereoscopia che avevano collaborato al kolossal di James Cameron “Avatar”.

Le tecniche appena apprese durante le lunghe ore di lavoro, serviranno al cineasta per effettuare una perfetta gestione degli effetti 3D. L’inizio delle riprese del sequel di Zombieland è fissato per la fine dell’anno, visto il successo ottenuto dal film in America, gli sceneggiatori del film avevano da subito pensato a cosa sarebbe potuto essere “Zombieland” con l’implemento degli effetti 3D.

Uno degli obiettivi principali del regista sarà quello di fornire alla nuova pellicola un aspetto ancora più ludico del precedente capitolo. Ricordiamo che “Zombieland” uscirà nelle sale il prossimo 11 giugno.