È senza dubbio una provocazione, ma evidentemente la diretta interessata ci ha creduto. Con tutta probabilità, Woody Allen doveva essere ironico quando ha detto che avrebbe fatto di Ruby Rubacuori un’attrice. Ruby è la stessa implicata in un sexgate con il premier Silvio Berlusconi, mentre Allen è solo uno dei più interessanti registi statunitensi viventi.

Da dove si evince l’ironia del regista? Dal semplice fatto che le sue “muse” non solo sono bellissime donne, ma anche straordinarie attrici, con alcune delle quali ha persino avuto storie importanti. Attrici del calibro di Diane Keaton, Mia Farrow, Anjelica Houston, Carrie Fisher, Penelope Cruz, ma anche Juliette Lewis, Scarlett Johansson e Naomi Watts.

Galleria di immagini: Attrici di Woody Allen

Così Ruby scrive una lettera ad Allen dicendo di essere disponibile:

“Gentilissimo maestro, ho appreso dalla stampa italiana del suo interessamento nei miei confronti. Ne sono fiera e orgogliosa e spero di non deludere le sue aspettative. Vorrei incontrarla. Lei per me è un mito ho visto tutti i suoi film. Non sa come ho invidiato Carla Bruni, quando a Parigi stava girando il suo ultimo film. Avrei voluto essere io al suo posto. Cosa ho io meno della première dame di Francia? È solo più fortunata di me, è nata ricca e magra. Io ho dovuto lottare per conquistare tutto.”

Sembra uno scherzo ma non lo è. E sì, in fondo un po’ tutte invidiamo Carlà, ma non ci paragoneremmo mai alla sua classe e al suo saper stare al mondo, ci sembrerebbe un po’ presuntuoso da parte nostra. E Ruby dimostra di avere ancora tanta strada da fare. Ammesso che Allen non abbia fatto una delle sue celebri battute, sembra impossibile che questa ragazza vada a interpretare uno dei favolosi personaggi del regista.

Allen, tra l’altro, nelle sue pellicole ha trattato più volte il tema della prostituzione. Come ne “La dea dell’amore“, in cui scopriva che il figlio adottivo era in realtà il figlio naturale di una pornoattrice con lo pseudonimo di Judy Orgasm. Solo che la prostituta del film era interpretata da una magistrale Mira Sorvino: Ruby riuscirà a essere all’altezza?