A cinque giorni dall’avvio del processo sul caso Ruby, altri dieci nomi vanno ad aggiungersi alla lista delle 33 ragazze che avrebbero partecipato ai festini tenuti ad Arcore in casa del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, accusato insieme ad altri imputati di prostituzione minorile e concussione.

Questo è quanto è emerso dagli atti che i PM hanno depositato alla cancelleria della quarta sezione del tribunale di Milano in attesa del 6 aprile, data di inizio del processo.

Galleria di immagini: Le ragazze de L'Olgettina

Gli inquirenti hanno consegnato 3 CD contenenti proprio i tabulati telefonici che confermerebbero la presenza delle giovani nella residenza del premier, oltre ad accertamenti fatti su telefonate e alcune deposizioni registrate durante le indagini che si sono chiuse lo scorso 15 marzo.

I procuratori aggiunti Pietro Forno e Ilda Boccassini, insieme al PM Antonio Sangermano, hanno anche depositato un video riguardante il concorso di bellezza che si è tenuto a Taormina nel settembre del 2009. Stando a quanto emerso dagli atti, proprio in quella occasione Emilio Fede, direttore del TG4 e accusato con Lele Mora e Nicole Minetti di favoreggiamento e induzione alla prostituzione minorile, avrebbe adescato l’allora minorenne Karima El Mahroug, ovvero la marocchina Ruby diventata parte offesa.