Sara Tommasi è un’escort? No, ha solo un “bisogno irrefrenabile di fare sesso”. È quanto ha dichiarato la stessa showgirl, intervistata da Radiodue e da Novella 2000, ed è così tornata a far parlare di sé mentre la parte napoletana dell’inchiesta sul caso Ruby sta già scemando.

In un’intervista concessa al settimanale Novella 2000, la 29enne partenopea ha così negato di aver fatto sesso a pagamento in passato, ma per quanto riguarda il futuro non lo esclude di certo:

Galleria di immagini: Sara Tommasi

“Ho un bisogno irrefrenabile di fare sesso ma non sono una escort. Magari lo fossi, sarei molto ricca. Non sono una prostituta, di solito mi sciolgono la droga nei bicchieri. Certo, se un ministro mi offrisse 15mila euro… ma è solo un’ipotesi!”

Un concetto che la bella soubrette aveva già espresso in occasione dell’intervista concessa nel programma di Radio Due “Un giorno da pecora“:

“Io in realtà sono troppo buona, troppo gentile, e anche per gentilezza allargo le gambe come niente, basta che uno mi è simpatico.”

La Tommasi ha anche parlato del ministro della Difesa Ignazio La Russa, che era emerso tra i suoi contatti telefonici (da lui negati):

“Ignazio è una conoscenza di lungo corso. Lo conosco da una vita, e anche se lui dice che non è vero, non c’è problema perché gli archivi parlano.”

Riguardo a Nicole Minetti invece ha dichiarato:

“Pensa solo ai soldi, è malata di shopping!”

E naturalmente Sara Tommasi ha detto la sua anche sul presidente del Consiglio Silvio Berlusconi:

“Non mi pento di niente, che cosa avrei dovuto fare? Quando l’ho conosciuto, Berlusconi ha conquistato il mio cuore. Ora sono delusa. Uno scandalo del genere può coinvolgere una starlette come me, ma non un politico, che dovrebbe dare il buon esempio.”