Dopo la sua eliminazione, avvenuta durante la puntata di sabato scorso e contro il popolare Nevruz Joku, Ruggero Pasquarelli ha deciso di raccontare al pubblico la sua esperienza all’interno del talent show X-Factor.

Ai microfoni di Davide Maggio, Ruggero ha spiegato che una possibile causa della sua eliminazione sarebbe la tipologia di spettatori che ha seguito il talent nel fine settimana. Lui, molto apprezzato dai giovani, non è stato sostenuto nel momento del bisogno perché la trasmissione è stata guardata da un pubblico più maturo, rimasto a casa di sabato:

Non me lo aspettavo proprio che Nevruz finisse al ballotaggio, ma dopo ho avuto un po’ di speranza di farcela. Però poi il personaggio in TV conta di più. Hanno votato il personaggio e non il ragazzo giovane e fresco! Nevruz è un grande artista ma anche un grande stratega, è sia sensibile che un po’ fuori di sé. In TV il suo personaggio funziona.

A detta del giovane cantante, Mara Maionchi avrebbe trattato i concorrenti della sua categoria allo stesso modo e senza avere preferenze. Inoltre, zia Mara avrebbe riempito di consigli i giovani talenti per insegnare loro come comportarsi nel mondo della musica e della discografia.

A ogni modo, Ruggero ha preferito partecipare a X-Factor anziché ad Amici. Il talent show condotto da Maria De Filippi è basato sulle liti e bisogna affrontare molte difficoltà per arrivare in vetta alle classifiche. Invece X-Factor è più diretto e “professionalizzante”:

Io ho partecipato a X-Factor, e non ad Amici, perché ti trattano già come se fossi un artista. Collabori da subito con grandi professionisti e non devi aspettare due mesi come ad Amici tra i banchi, cantando ogni tanto, cercando di arrivare al serale. A X Factor, dopo tanti provini, approdi alla prima serata e devi cercare di arrivare più in fondo possibile, lavorando con grandi persone. Per esempio, Luca Tommassini ci trattava come se fossimo artisti già importanti.

Per il suo futuro, il giovane concorrente vorrebbe incidere un CD oppure partecipare a un musical. Sul vincitore è invece difficile pronunciarsi, anche se in cuor suo Ruggero vorrebbe vedere trionfare Davide Mogavero o Stefano Filipponi:

Io spero che vinca Davide, così porterà alta la categoria di noi “freschi”. E poi, vorrei che vincesse Stefano. Sul prossimo eliminato, quest’anno calcoli non se ne possono fare ma pensando al pubblico saranno Nathalie e i Kymera a finire al ballottaggio.