La pelle ringiovanisce se si segue un’alimentazione corretta: le rughe possono sparire semplicemente grazie alle arance. È questa l’ultima scoperta scientifica in fatto di estetica, cura della pelle e rughe.

Le arance e, in generale, gli agrumi contengono l’esperidina, flavonoide che si trova nella buccia e nella parte bianca tra buccia e polpa. L’esperidina ha molteplici caratteristiche benefiche: importante per i suoi effetti capillarotropici, aiuta a rinforzare, appunto, i capillari ed è un valido supporto contro la formazione di varici e contro le flebiti; inoltre, contiene antiossidanti, aiuta a ridurre qualsiasi tipo di infiammazione, combatte la pressione arteriosa e permette di controllare il livello di colesterolo nel sangue. Si sperimenta già l’esperidina in vari campi, specialmente quelli riguardanti il metabolismo osseo, l’area dermatologica e nutrizionale.

Oltre a ciò, è stato appurato che mangiare arance farebbe ringiovanire di sei anni la pelle. L’epidermide, infatti, invecchia e si copre di rughe, macchie e solchi a causa delle microinfiammazioni innescate dall’esposizione al sole. Una volta svanita l’abbronzatura, i negativi effetti del sole saranno ben visibili sulla pelle.

Nestlè/L’Oreal-Inneov e i ricercatori francesi dell’INRA, l’istituto di ricerca europeo in scienze agronomiche, hanno sottoposto sessantasei donne all’assunzione di 432 grammi di esperidina per sei mesi, trascorsi i quali, la pelle sottoposta a test era visibilmente meno interessata da macchie e solchi. In altre parole, nei cibi che consumiamo c’è il segreto della nostra salute e della nostra giovinezza.

Fonte: Ansa