Bellezza non è più sinonimo di chirurgia estetica: la pelle può essere curata senza bisturi, punture, filler, creme e quant’altro. A distendere pieghe e rughe è arrivata già da qualche tempo la ginnastica facciale, sperimentata da più ricercatrici e che si declina in diversi modi, di anno in anno sempre più efficace.

Si parte dall’assunto che la pelle del viso, come ogni altra arte del corpo, nasconda dei muscoli: allenarli come si allenano gli addominali o i glutei può essere un metodo eccezionale per garantire bellezza e viso tonico, ma, soprattutto, per combattere le rughe. Joanna Hakimova, specializzata in bioestetica, ha scritto un libro dal titolo Self-Lifting, nome con cui si designa una delle pratiche per esercitare i muscoli del viso.

Ma cos’è? Il self-lifting è l’unione di massaggi facciali e di ginnastica intensiva del {#viso}; vi sono alcuni esercizi da svolgere durante la giornata che mettono in moto i muscoli facciali e che prendono il nome di animali per essere più intuitivi e facili da ricordare. Se si sente dolore o bruciore, spiega la Hakimova, vuol dire che i muscoli del viso stanno lavorando correttamente e che presto saranno tonici; un muscolo tonico garantirà un viso disteso e privo di rughe.

Il metodo della Hakimova non è il solo rimedio naturale che cancella il bisturi o la siringa. Lo yoga facciale, ad esempio, va già molto di moda e prevede una serie di esercizi mirati per collo, viso, labbra, sopracciglia e fronte: lo scopo dei movimenti dello yoga facciale è portare l’ossigeno al viso, in modo da distenderlo naturalmente.

Sulla scia della ginnastica per il viso, bisogna menzionare la Fit’n’Face di Silvia Pengo, che ha ideato una serie di esercizi facciali da ripetere ogni giorno e che, riattivando la circolazione e tendendo i muscoli, permettono di rassodare i muscoli facciali già in poche settimane.

Fonte: Ansa