Il matrimonio deve ancora iniziare, ma già cominciano i guai per Russell Brand e Katy Perry. La coppia ha blindato le proprie nozze faraoniche, tanto che le guardie del corpo hanno picchiato quattro fotografi che stavano seguendo gli ospiti durante un safari. Sotto gli occhi indifferenti del futuro sposo.

Russell Brand deve avere un astio particolare per i fotografi. Appena un mese fa aveva fatto una simpatica scenetta di spintoni e pugni contro i fotografi all’aeroporto di Los Angeles, e aveva colpito un paparazzo. Stavolta ha lasciato fare il lavoro sporco alla sua squadra di body-guard.

Durante un safari tra intimi ieri, quattro fotografi della Reuters, Associated Press, Agence France-Presse e Hindustan Times, hanno seguito la jeep dei VIP. Quando due guardie del corpo sono saltate fuori dal veicolo di Russell, hanno dato un pugno al fotografo alla guida e gli hanno rubato le chiavi. Nel tentativo di recuperarle un paparazzo è stato picchiato, come altri due venuti in soccorso. Sempre alla luce del giorno con Russell che guardava l’evolversi della situazione. Immobile.

Questa è la versione dei fotografi, e potrebbe non essere la sola verità, se non fosse appunto per l’incidente del mese scorso quando Russell ha dimostrato davanti alle telecamere di saper essere violentemente attaccato alla propria privacy.

E dire che le nozze ufficialmente devono ancora iniziare. Chissà cos’altro ci aspetta da qui per i prossimi sette giorni di festeggiamenti.