Sabina Guzzanti e Fiorello si scambiano tweet al vetriolo. Non è la prima volta che il social network Twitter, il solo che consente di avere contatti con i personaggi pubblici di loro spontanea volontà, diventa teatro di un litigio, e in 140 caratteri sono pronti tutti a raccontare la propria vita e le proprie emozioni.

Così Sabina Guzzanti non ha fatto mistero della sua opinione sullo spettacolo di Fiorello in Rai, “Il più grande spettacolo dopo il week end“, e così ha scritto:

Galleria di immagini: Fiorello

«Che palle».

Un giudizio che non è piaciuto a Fiorello, che ha ribattuto stizzito:

«Rosicona! Una volta mi facevi ridere, ora mi fai tristezza. […] Vorrebbe essere Aldo Grasso ma nun gliafà.»

A cui la comica ha risposto:

«#fiorello cantiamo insieme battisti: roo-sicando la polvere dell’auditel ti porta via, mii do-mando perché per un twittino perdi l’allegria».

È il tutto, in realtà, a fare un po’ tristezza. Come se un social network, un po’ come avviene tra vecchi amici che finiscono per litigare su Facebook, ci avesse insegnato che piuttosto che dire in faccia quello che pensiamo alla gente, sia molto più importante far sapere al mondo, pontificando, qualunque nostro pensiero.

Su Twitter è anche arrivato Beppe Severgnini a cercare di riportare un po’ di sana autoironia alla Guzzanti, chiedendole se avesse visto lo show per interno:

«Non prendertela, dài! Sai perché quel tweet? Mi colpisce la rivalità tra voi televisivi. Siete peggio di noi giornalisti!»

Un commento questo che fa simpatia, soprattutto dopo aver visto a Domenica In il trionfo di Fiorello dal punto di vista degli ascolti. Si è voluto ironizzare perfino su come su Cinecittà abbia svolazzato un aereo che avvertiva i ragazzi del Grande Fratello di essersi persi un grande evento televisivo, il ritorno di Fiorello in Rai. Ma anche fosse, tant’è: lo streaming deve pur servire a qualcosa.

Fonte: Il Messaggero.