Puntata molto interessante quella che è stata trasmessa ieri sera su La7 a “Otto e mezzo“: gli ospiti della conduttrice Lilli Gruber, Sabina Guzzanti e Carlo Rossella, rispettivamente l’autrice del film documentario “Draquila: l’Italia che trema” e il presidente di Medusa, si sono scontrati in un dibattito dai toni decisamente bollenti.

“Draquila” torna dunque al centro delle polemiche, il film è stato proiettato a Cannes e ha riscosso un gran successo. Rossella ha colto l’occasione per attaccare duramente il lavoro della Guzzanti dichiarando che:

Ho visto il film di Sabina Guzzanti e mi ha scandalizzato. Ha dipinto l’Italia come il terzo mondo, una dittatura, ma gli italiani sanno benissimo che non è così. Anche i cittadini de L’Aquila.

Botta e risposta continui tra Rossella e la Guzzanti hanno tenuto incollati allo schermo gli spettatori di La7, incuriositi dalle provocazioni lanciate dalla conduttrice, alle quali i due personaggi hanno cercato di spiegare il loro punto di vista.

Ad esempio, dopo varie insistenze, Rossella ha ceduto e ha ammesso che nel Governo del nostro Paese il conflitto di interessi esiste, sottolineando comunque che gli italiani lo hanno ormai digerito. Dall’altro versante, Sabina Guzzanti, pressata dalla Gruber circa la natura del suo film, ha tentato di resistere spiegando che “Draquila” riassume il suo punto di vista sulla questione “L’Aquila”, e che la pellicola vuole documentare delle prove che realmente esistono su quanto è accaduto dopo il famoso terremoto che ha devastato la città.

Di seguito i tre video inerenti alla puntata di “Otto e mezzo”, con il dibattito tra Sabina Guzzanti e Carlo Rossella.