Al via il  conto alla rovescia per i saldi estivi 2018, uno dei due periodi dell’anno che rende felici non solo le shopaholic a caccia di capi di abbigliamento e accessori di tendenza, ma anche chi vuole acquistare qualcosa che segni la moda ma non costi una fortuna.

Come ogni anno, le associazioni dei consumatori raccomandano buone pratiche per uno shopping responsabile, come conservare lo scontrino, diffidare degli sconti superiori al 70%, accertarsi che i saldi si riferiscano ad articoli della stagione in corso e che abbiano esposta la percentuale di sconto con prezzo originario.

Il Codacons consiglia anche di non comprare troppi abiti, ma di scegliere pochi capi ben selezionati, per un guardaroba essenziale che sia rispettoso dell’ambiente. Tra le paladine dell’eco-age e del riciclo di abiti, Kate Middleton e Livia Firth, moglie di Colin Firth.  Il primo step per una moda sostenibile? Studiare il proprio armadio,  individuare vestiti, scarpe o borse mancanti e fare shopping in modo mirato.

I saldi si rivelano sempre un’ottima occasione per far sì che una ventata di novità in tema di look soffi nel chiuso del proprio guardaroba e per permettersi di sostituire quei capi “jolly” che sempre vanno considerati come insostituibili perché mai fuori contesto. Per questo sono attesi, come ogni anno, con grande trepidazione dagli amanti dello shopping che sentano il bisogno di cambiare il proprio look, anche per la spiaggia, senza gravare troppo sulle proprie finanze.

Data inizio e fine dei saldi estivi 2018

Quando inizieranno i saldi invernali 2018 nelle città di tutta Italia? La data ufficiale fissata in tutta Italia è per sabato 7 luglio 2018. La data di fine è decisa dalle singole regioni e dai Comuni. La durata, di media, è di sei settimane, ma in alcune regioni il periodo per approfittare degli sconti può arrivare fino otto settimane.

Calendario regione per regione

  • Abruzzo: dal 7 luglio al 29 agosto
  • Basilicata: dal 7 luglio al 2 settembre
  • Calabria:  dal 7 luglio al 1° settembre
  • Campania: dal 7 luglio al 30 agosto
  • Emilia-Romagna: dal 7 luglio al 30 agosto
  • Friuli-Venezia-Giulia: dal 7 luglio al 30 settembre
  • Lazio: dal 7 luglio al 18 agosto
  • Liguria: dal 7 luglio al 14 agosto
  • Lombardia: dal 7 luglio al 30 agosto
  • Marche: dal 7 luglio al 1° settembre
  • Molise: dal 7 luglio al 30 agosto
  • Piemonte: dal 7 luglio per 8 settimane
  • Puglia: dal 7 luglio al 15 settembre
  • Sardegna: dal 7 luglio al 30 agosto
  • Sicilia: dal 1° luglio al 15 settembre
  • Toscana: dal 7 luglio al 1° settembre
  • Umbria: dal 7 luglio al 30 agosto
  • Valle D’Aosta: dal 7 luglio al 1° settembre
  • Veneto: dal 7 luglio al 31 agosto
  • Provincia autonoma di Trento: dal 7 luglio al 12 agosto
  • Provincia autonoma di Bolzano: data determinata liberamente dai commercianti