Il bilancio del primo weekend di saldi è incerto. Secondo Confesercenti e Confcommercio si è registrato un netto aumento degli acquisti rispetto al primo weekend del 2012, soprattutto nel settore moda, mentre per Codacons sarebbe confermato il calo delle vendite. Di sicuro sono stati presi di mira centri commerciali e outlet.

=> Leggi tutti i consigli sui Saldi

La stagione dei saldi è partita ufficialmente solo lo scorso sabato, sebbene ci fossero state delle partenze di prova già dal 2 gennaio in Campania, Sicilia e Basilicata, e molte attività singolarmente avessero già iniziato a proporre qualche ribasso sotto banco.

Nelle principali città italiane sono stati presi d’assalto centri commerciali, catene di abbigliamento e soprattutto gli Outlet. A Firenze c’è stato un aumento delle vendite rispetto al 2012 del 20%, a Milano dell’8%, a Roma almeno del 5%. Secondo Confcommercio lo scontrino medio è di 150 euro per sconti che si aggirano intorno al 40%.

=> Scopri il pizzo, trend moda del 2013

Si acquista molto in abbigliamento, con Outlet che hanno registrato pienone di presenze, code e parcheggi intasati. Ma secondo Codacons, la maggior parte dei consumatori si aggira tra un negozio e l’altro alla ricerca dell’affare migliore, ma senza avere davvero intenzione di comprare spinto dall’impulso del momento; pare, anzi, che nonostante la grande presenza di clienti, si possa parlare di un calo del 10% delle vendite rispetto al 2012.

Fonte: ConfCommercio, Ansa