Iniziano ufficialmente domani i saldi invernali, momento clou per gli shopping addicted che di certo avranno già segnato sui calendari la data del 5 gennaio quando, finalmente, i negozi apriranno i battenti dando la possibilità di accaparrarsi capi d’abbigliamento, scarpe e accessori tanto bramati durante i primi mesi dedicati alla {#moda} autunno-inverno 2011/2012. Anticipati da Sicilia e Basilicata che già dal 2 del mese hanno inaugurato la stagione, i ribassi dureranno circa due mesi ma, per chi ha già le idee chiare su cosa acquistare o è alla ricerca degli ultimi consigli utili, meglio affrettarsi per non rischiare di rimanere a mani vuote.

Come già anticipato, lo {#shopping} più atteso dell’anno è già partito in Basilicata e Sicilia dove si chiuderà rispettivamente il 2 e il 15 marzo; i {#saldi} più brevi saranno quelli del Lazio: iniziati il 5, termineranno il 15 febbraio. Nello stesso mese si fermeranno anche quelli di Liguria, il 18, Calabria e Puglia, entrambe il 28; anche il Veneto chiuderà gli sconti il penultimo giorno di febbraio, sebbene abbia concesso una scelta libera del periodo di 60 giorni ai commercianti della provincia di Trento e a Bolzano le date varieranno di zona in zona.

Sarà poi la volta di Marche, Abruzzo e Piemonte, rispettivamente fino al 1°, 4 e 8 marzo mentre hanno scelto come termine ultimo il 5 marzo ben cinque regioni, ovvero Emilia Romagna, Lombardia, Sardegna, Toscana e Umbria; le due a chiudere la tornata invernale sono Friuli Venezia Giulia e Campania, con le date del 31 marzo e 5 aprile. Non mancano poi le ultime due eccezioni, Molise e Valle D’Aosta, le ultime del calendario dei saldi: se nella prima l’inizio è stato stabilito al 7 gennaio, per la seconda bisognerà attendere il 10 mentre, per le chiusure, le date sono quelle del 7 e 31 marzo.