Il Salone del Mobile 2017 si ricorderà come un’edizione record con 343.602 visitatori registrati nei 6 giorni di kermesse (dal 4 al 9 aprile) e gli oltre 2.000 espositori suddivisi tra Salone internazionale del mobile, Salone internazionale del complemento d’arredo, Euroluce, Workplace3.0 e SaloneSatellite. Analogo successo anche per il Fuori Salone 2017 che ha visto il moltiplicarsi di location con eventi e allestimenti che hanno letteralmente ridisegnato lo scenario urbano di ogni quartiere della città meneghina.

Design, tendenze 2018 e idee di arredamento per rinnovare casa all’insegna del buon gusto grazie alle tante novità presentate durante il Salone del Mobile 2017: ecco cosa ci ha colpito di più tra le tante esposizioni presenti a Fiera Milano.

Galleria di immagini: Salone del Mobile 2017, foto

  1. Estemporaneo. Novità assoluta al Salone del Mobile 2017, Estemporaneo è un brand toscano e tutto al femminile: Lucia Damerino è ideatrice del concept e art director, e Antonella Chiaro la designer delle collezioni. Al Salone del Mobile hanno presentato la collezione Estemporaneo XO: lavorazioni artigianali toscane e ispirazione orientali. Cabinet con decoro Gru. Optical bianco e nero per questa versione del cabinet classico con finiture preziose e artigianali, ricami multicolore, maxi nappe e maniglie dorate che richiamano con precisione il decoro del mobile. Sulle ante ci sono i pannelli imbottiti e rivestiti in ecopelle nera rifinita da doppio ricamo, un fondo floreale grigio e, sovrapposta, una gru a 16 colori. Le gambe sono rivestite in foglia oro verniciata lucida.
  2. Estemporaneo. Mono Secrétaire e coppia di Mono Secrétaire con decoro Rosa. Il bianco e nero è il protagonista di questa coppia di secrétaire con struttura in legno MDF light, privo di formaldeide, e impiallacciato in due tipi di foglia di legno: avorio nero e tanganika frisè artico. Sulle ante i pannelli in ecopelle sono rifiniti da doppio ricamo, un fondo floreale grigio e rose a 16 colori. Dall’apertura ad anta si accede al vano interno suddiviso in comparti con doppio cassetto, anta a ribalta e vani a giorno.
  3. Twils è da oltre 20 anni leader nel settore dei letti tessili imbottiti ai quali affianca anche i complementi e la biancheria. Dal Salone del Mobile 2017 abbiamo scelto due novità: il letto e il divano. Il letto Frick nasce dalla collaborazione con lo studio Meneghello Paolelli associati che lo ha disegnato. Prodotto essenziale, il focus della progettazione è la testiera con schienale sul quale si poggiano, grazie a una soluzione in velcro, i cuscini supplementari che ne consentono una combinazione personalizzata di tessuti e colori. Frick è disponibile in 3 versioni formali e 16 possibili combinazioni dimensionali.
  4. Il divano Graffiti di Twils, disegnato da Studio Viganò, è un sistema articolato di divani, poltrone ed elementi componibili. La progettazione si distingue per la grande leggerezza dei braccioli e lo schienale dallo spessore ridottissimo. La struttura è in massello di faggio, l’imbottitura in poliuretano espanso a quote differenziate, quella dei cuscini in poliuretano espanso con rivestimento in piuma. Ogni elemento è completamente sfoderabile.
  5. Henge nasce nel 2007 e si contraddistingue fin da subito per l’eleganza lussuosa e contemporanea. Sotto la direzione artistica di Massimo Castagna il brand inizia a distinguersi per l’artigianalità degli arredi e dei complementi che al salone del Mobile 2017 sono caratterizzati dalla finitura in argento H Silver nella variante argento brunito. Bistrot S è la libreria componibile di Henge con moduli congiunti e divisori verticali sfaccettati. Imponente, sofisticata e oggetto di design raffinato.
  6. Il tavolo Saetta racchiude perfettamente il lavoro e l’innovazione di Henge: il top di forma rettangolare è realizzato nella nuova pietra Silver Brown wave soft (una pietra nera contaminata da venature più chiare in color grigio), mentre le gambe sono in finitura Bronze sand casting.
  7. Natuzzi dal 1956 realizza divani interamente fatti a mano e a oggi è uno dei nomi più noti dell’arredamento con punti vendita in tutto il mondo. I prodotti si distinguono per stile, contemporaneità, artigianalità e innovazione. Novità assoluta al Salone del Mobile 2017 per Natuzzi è il divano Melpot, firmato Mauro Lipparini. Il divano, con numerosi elementi opzionali, ha un sistema di sedute modulare con ciascun modulo che consente di avere 4-5 lavorazioni. Ogni singolo dettaglio è studiato per aumentare al massimo la comodità della seduta.
  8. Hara è il letto di Natuzzi firmato dal designer australiano Jamie Durie che punta molto sul concetto di comodità e design funzionale. La scelta dei materiali è congeniale all’uso: pelle o tessuti per i rivestimenti e legno e metallo per la struttura.
  9. Zanotta è da oltre 60 anni simbolo del design italiano e continua a innovare introducendo, nelle sue collezioni, nuovi materiali – come il rame e l’ottone, e collaborazioni. Il divano Flamingo di Zanotta è disegnato da Damian Williamson ed è disponibile nella versione monoblocco e componibili. Confortevole e con proporzioni contenute, ha i piedini in lega di alluminio che, arretrati rispetto ai lati, alleggeriscono il volume. La struttura è in acciaio, l’imbottitura in poliuretano/fibra poliestere, il cuscino della seduta in poliuretano a quote differenziate. Il rivestimento è sia in tessuto sia in pelle. Il divano può essere completato con cuscini schienale e poggiareni in piuma d’oca 100% vergine.
  10. Poltroncina Judy di Zanotta è disegnata da Frank Rettenbacher ed è un’evoluzione di quella presentata nel 2016. La seduta dal profilo grafico, con braccioli estesi, riesce a proteggere come un guscio e a garantire una posizione reclinata e confortevole. Le gambe sono in acciaio verniciato colore grafite o nero. Il rivestimento in stoffa o in pelle si può sfilare e l’imbottitura dello schienale e il cuscino del sedile sono amovibili.
  11. Roche Bobois ha presentato al Salone del Mobile 2017 una collezione colorata d’ispirazione asiatica nelle tonalità e nei materiali. Un esempio? Il tavolino Li-Da, firmato da Jean Nouvel, la cui resina richiama l’effetto ottico della lacca cinese. Il piano è girevole.
  12. La libreria Legend di Roche Bobois, simbolo di una nuova generazione di prodotti eco-concepiti, compie 10 anni, che Christophe Delcourt celebra con due nuove versioni: la Legend Mix –  realizzata con 4 essenze di legno massiccio di latifoglie (rovere, frassino, ciliegio e noce) e finitura vernice naturale – e la Legend Carbone realizzata in larice massiccio con coste scolpite a mano, fortemente sabbiata, e finitura in vernice naturale con tinta nera.
  13. Miniforms è un’azienda veneta nata negli anni ’70 come Industria Veneta Tavolinetti e che si sta affermando come una realtà importante nel panorama del design italiano e mondiale. Le madie presentate al Salone del Mobile 2017 sono certamente tra le più interessanti del salone per lo spirito pop e il design colorato ed eccentrico ma dalle forme volumetriche. La madia Stoya è disponibile in in differenti colori sui quali si innesta una stampa serigrafica a quadretti ed è sostenuta da piedi in rame.
  14. La madia Dadila di Miniforms cattura per il volume e il design raffinato. Colori pop, tra cui il nuovissimo verde veneziano o il rosso, sui quali risaltano le maniglie in rame. È ampia e arreda decisamente l’ambiente.
  15. Mambo Unlimited Ideas è un brand innovativo, colorato ed eclettico, che ha sede a Lisbona che e riflette la tradizione artigianale portoghese. Ai due principali designer, Claudia Melo e Ana Ladeiro, si aggiungono nuovi talenti selezionati di volta in volta. Il Cabinet Samoa è un mobile bar dalle linee Art déco che arreda fantasticamente la stanza. La novità presentata al salone è il colore della finitura laccata rosa, che si aggiunge a quelle già disponibili in verde e nero. Le ante sono finemente intagliate con motivo geometrico e le audaci applicazioni in ottone lucido definiscono il mobile in modo impeccabile.
  16. Norman di Mambo Unlimited Ideas non è il solito tavolo da caffè in marmo (così tanto di tendenza negli ultimi due anni), perché presenta intarsi geometrici di ispirazione Art déco ed è impreziosito dalle gambe in ottone o ferro dal design raffinato.
  17. Paolo Castelli presenta una collezione che rispecchia pienamente la sua visione di stile ed eleganza che rievoca le linee e la ricchezza del design degli anni ’20, ’30 e ’40. Il divanetto da conversazione Orus è compatto e con uno schienale avvolgente. Richiama lo stile della Belle Époque con la sua struttura interna in multistrato di legno curvato e imbottitura in poliuretano a densità variabile. Il rivestimento, non sfoderabile, si può personalizzare con tessuti pregiati, pelli bovine primo fiore e nabuk. Il divano poggia su di una struttura in metallo con gambe a incrocio e arricchite con finitura galvanica oro opaco galvanizzato.
  18. For Living Cocktail Cabinet e For Living Fridge Cabinet, disegnati da Paolo Castelli, sono un’altra esclusiva mondiale presentata al Salone del Mobile 2017: si tratta di contenitori gioiello con  base in metallo e ripiano e rifiniti con lavorazione galvanica oro opaco. La base sostiene il vano contenitore in MDF–laccato lucido. Le ante sono rivestite in pelle effetto galuchat, mentre il fondo è disponibile in vetro cannettato specchiato color bronzo oppure in ceramica smaltata realizzata secondo le più antiche tecniche tipiche delle botteghe artigiane di Vietri. For Living Cocktail Cabinet è allestito internamente con ripiani in cristallo extrachiaro e due cassetti con fronte rivestito in pelle effetto galuchat ed interno in morbida microfibra. For Living Fridge Cabinet è un vero e proprio refrigeratore dotato di un ripiano in cristallo e ospita all’interno vani per accessori e cristalleria da cocktail.
  19. Fendi Casa ha presentato al Salone del Mobile 2017 una collezione all’insegna dell’eleganza e dell’artigianalità in puro stile Fendi e in ottimo equilibrio tra design e moda. Il divano da conversazione Audrey riprende le linee eleganti delle sedute. La sagoma è aggraziata, il design curvilineo e il rivestimento è personalizzabile con pelle o tessuti preziosi.
  20. Il tavolo Ford di Fendi Casa è stato presentato con nuove dimensioni e il top in essenza palissandro laccato è sostenuto da un basamento scultoreo realizzato in metallo con finitura Bronze Shadow, per un gioco tra volumi pieni e vuoti.