Il Salone del Mobile 2017 è l’evento più atteso a livello internazionale da tutti gli operatori e gli appassionati di design, mobilificio e arredi e anche quest’anno si terrà a Milano, presso la Fiera Milano di Rho ed è il luogo dove vedere le tendenze e le novità dell’arredamento 2018. Oltre al Salone Internazionale del Mobile, sono ben quattro le altre manifestazioni che si potranno visitare nei giorni della fiera, dal 4 al 9 aprile: Euroluce, il Salone Internazionale del Complemento d’arredo, il SaloneSatellite e il Workplace3.0.

Il Salone del Mobile, infatti, si pone come un evento all’avanguardia in grado di mostrare, a 360°, tutte le novità e le innovazioni Made in Italy e internazionali nel settore del design e del mobile, offrendo la più ampia offerta merceologica possibile per chi vuole capire come arredare e le tendenze da seguire, dagli arredi alle luci, fino agli ambienti di lavoro, protagonisti di quest’edizione.

Ecco tutto quello che c’è da sapere su come arrivare, biglietti ed espositori di Euroluce, Salone Internazionale del Complemento d’arredo, SaloneSatellite e Workplace3.0.

Euroluce: come arrivare, biglietti ed espositori

Il Salone Internazionale dell’Illuminazione, arrivato alla sua 30° edizione, è una biennale dedicata al meglio dell’offerta nel mondo dell’illuminazione, dai prodotti decorativi a quelli illuminotecnici, che trovano applicazione in vari campi – industria, sistema ospedaliero, spettacoli, strade, domotica, sorgenti luminosi e software – con particolare attenzione dedicata al risparmio energetico, alla sostenibilità ambientale e all’inquinamento luminoso.

Espositori

Euroluce può vantare uno spazio espositivo di ben 38 mila metri quadrati e 454 espositori, di cui la metà estera, tra i migliori brand del settore. Tra le aziende italiane che hanno segnalato la loro presenza, troviamo Artemide, Foscarini, Seletti e Slamp, Metal Lux, Martinelli e Cini & Nils. Protagoniste sono l’innovazione e la cultura di progetto, soprattutto per presentare tecnologie e apparecchi d’illuminazione di alta qualità che sono anche all’avanguardia per quanto riguarda il risparmio energetico e l’eco-sostenibilità. Per questo motivo, all’interno del Salone dell’Illuminazione è prevista anche una piazza per fornire lo sviluppo di relazioni di business a livello internazionale. I padiglioni dedicati a Euroluce sono i numeri 9-11 e 13-15.

Biglietti

Per entrare a Euroluce, basta possedere una tessera per il Salone Internazionale del Mobile che copre tutte e 5 le manifestazioni. Il Salone è aperto agli operatori di settore nei giorni da martedì 4 aprile a venerdì 7, mentre il pubblico potrà visitare la fiera solamente sabato 8 e domenica 9 aprile. Gli orari di visita vanno dalle 8 di mattina alle 18.

Per quanto riguarda i biglietti per gli operatori, essi sono acquistabili direttamente online sul sito del Salone del Mobile 2017 a prezzo scontato per 1, 3 o 6 ingressi – costi da 26,00 euro a 60,00 euro. In alternativa, è possibile acquistare, sempre online, un coupon di pre-registrazione per comprare poi i biglietti una volta arrivati in fiera. In quest’ultimo caso, però, non si gode del prezzo scontato (prezzi da 35,00 a 84,00 euro), ma si potrà saltare le file avendo a disposizione delle reception riservate agli operatori pre-registrati. Sono disponibili anche biglietti integrati validi sia per l’ingresso in fiera sia per i mezzi pubblici e il catalogo delle manifestazioni.

Il pubblico invece non ha la possibilità di acquistare i biglietti per sabato 8 e domenica 9 aprile in prevendita, quindi la tessera potrà essere acquistata solo una volta arrivati in fiera. Una tessera singola costa 30,00 euro, ma sono disponibili anche soluzioni per coppie (44,00 euro) e per famiglie (49,00). Ulteriori riduzioni sono poi previste per gli studenti (22,00 euro) e per gruppi di 10 persone o più.

Come arrivare

Per arrivare in zona Milano Fiera Rho, avete varie alternative. Arrivando dal centro di Milano, potete tranquillamente arrivare in fiera con la metro, scendendo alla fermata di Rho-Fieramilano sulla linea 1 rossa. In auto, invece, le uscite possibili sono Fieramilano o Pero-fieramilano. Per quanto riguarda i treni, è possibile raggiungere la fiera da tutte le stazioni milanesi con la metro. Inolte, fermano direttamente nella stazione Rho Fiera Milano:

  • tutti i treni Regionali Veloci della tratta Torino-Novara-Milano;
  • tutti i treni Regionali per Varese, Arona, Domodossola e Luino;
  • alcuni treni della linea S11 Chiasso-Como-Milano Porta Garibaldi-Rho.

Salone Internazionale del Complemento d’arredo: espositori

Nato nel 1989, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo si svolge annualmente ed è dedicato a tutti coloro che, una volta scelto l’arredamento per i propri ambienti, sono alla ricerca del dettaglio che faccia la differenza. I complementi d’arredo sono diventati, soprattutto negli ultimi anni, gli elementi in grado di rendere unico e personalizzato una qualsiasi stanza della nostra casa. Per questo, sempre più attenzione è posta sull’oggettistica che non ha più solo una funzione di utilità, ma anche di design: tappeti, cuscini, accappatoi, asciugamani, vasi, lenzuola, copripiumini e tutto ciò che può contribuire a dare un look personalizzato alla casa.

Il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo è integrato al Salone Internazionale del Mobile: in totale saranno disponibili 1300 espositori su una superficie di oltre 15 mila metri quadrati. Per facilitare la visita, gli espositori sono stati suddivisi in tre tipologie stilistiche:

  • Classico. Nei padiglioni 2-4, troverete 272 espositori di cui il 7% è estero. Quest’anno, i padiglioni si rinnovano con un layout più omogeno ed equilibrato, con una promenade centrale che accompagnerà il visitatore alla scoperta dell’artigianalità e l’arte di realizzare mobili e oggetti d’arredo in stile classico. Inoltre, sarà proposto un corto fantasy del regista Matteo Garrone (Gomorra, Il Racconto dei Racconti), accompagnato dall’evento DeLightFul – Design, Light, Future, Living – a cura di Ciarmoll Queda Studio.
  • Design. Design ospita invece 820 espositori (37% proveniente dall’estero) ed è distribuito nel maggior numero di padiglioni: 5-6-7-8-10-12-14-16-18-20.
  • XLuX. Attesa per il ritorno, dopo il debutto dello scorso anno, di XLuX, settore dedicato al lusso senza tempo riletto in chiave contemporanea. Fanno parte di questa sezione 220 espositori (14% provenienti dall’estero), nei padiglioni 1-3.

Tra i tanti espositori italiani del Salone del Complemento d’Arredo, ci sono: Antartidee, Bergomi Interiors, Bluemarine Home Collection, Delta Ceramiche e Gianfranco Ferrè.

Salone del mobile 2017 per ufficio

Non solo casa: il Salone del Mobile è dedicato anche agli arredamenti per l’ufficio. Dal 2015, il Salone dedicato all’ambiente di lavoro ha cambiato veste diventando Workplace3.0, un’area espositiva in cui design e tecnologia sono i settori di riferimento per la progettazione dello spazio di lavoro. L’edizione di quest’anno cerca di rispondere al rapido cambiamento del mondo del lavoro e alle nuove esigenze del mercato, con la creazione di spazi di lavoro innovativi, dall’arredo per l’ufficio, alle sedute, dagli elementi per acustica e complementi d’arredo alle tecnologie audio-video e degli impianti tecnici e sistemi di sicurezza, non dimenticando di integrare il fattore umano con tecnologie intelligenti. Nell’edizione 2017 sono attesi 110 espositori, di cui il 39% esteri, dislocati su 10 mila metri quadrati nei padiglioni 22-24.

All’interno dei padiglioni di Workplace 3.0, inoltre, verrà realizzata la rassegna evento A Joyful Sense at Work, a cura di Cristiana Cutrona, che darà vita alle teorie sullo scenario evolutivo dell’ambiente ufficio del futuro attraverso quattro installazioni, ognuna rappresentativa delle specificità culturali dell’area di provenienza dei quattro architetti internazionali coinvolti nel progetto e provenienti da Stati Uniti, Italia, Olanda e Iran. Il concept principale riguarda l’approccio antropocentrico al progetto, ossia la creazione di ambienti di lavoro non solo più individuali o di condivisione, ma che si basino sulla fiducia in base al principio di trust & sharing. Nasce così l’idea dell’antropodesign, inteso come forma di linguaggio del pensiero, attività della mente, immaginazione, invenzione, innovazione, che potrebbe essere la vera rivoluzione culturale del futuro.

Salone del mobile 2017: il SaloneSatellite

Infine, il SaloneSatellite quest’anno celebra i suoi 20 anni: nei padiglioni 22 e 24, ad ingresso libero al pubblico da Cargo 5, si potranno ammirare pezzi fatti disegnare appositamente da designer internazionali, oltre a un’antologia di pezzi presentati nelle precedenti edizioni di SaloneSatellite come prototipi e poi entrati nel mercato con successo. Il Salone sarà anche un luogo di incontro tra giovani selezionati tra cinque continenti, con tema “Design is..?”. Presenti anche 650 designer di diverse scuole internazionali.