Cresce l’attesa per il Salone del Mobile 2018, dal 17 al 22 aprile 2018 presso il quartiere Fiera Milano a Rho, con apertura al pubblico nelle giornate di sabato e domenica, per scoprire le ultime tendenze di arredo casa e design. Dal Salone Internazionale del Mobile si passa al Salone Internazionale del Complemento d’Arredo alle biennali EuroCucina – con l’evento collaterale FTK (Technology For the Kitchen) – e Salone Internazionale del Bagno, senza dimenticare il focus sui giovani designer del SaloneSatellite.

Dalla redazione abbiamo pensato a una breve guida ai Saloni per capire come muoversi all’interno dei padiglioni e dove trovare cosa.

Leggi anche Salone del Mobile 2018: date, evento, biglietti

Salone Internazionale del Mobile

Il Salone Internazionale del Mobile è suddiviso, come il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, in tipologie stilistiche, che rendono più semplice l’esplorazione tra gli stand degli oltre 1.000 espositori: Classico: Tradizione nel Futuro, che attinge ai valori di tradizione, artigianalità e maestria nell’arte di realizzare mobili e oggetti in stile classico; Design, con prodotti espressione di funzionalità, innovazione e grande senso estetico; xLux, settore dedicato al lusso senza tempo riletto in chiave contemporanea.

Padiglioni: Classico: Tradizione nel Futuro padiglioni 2-4; Design padiglioni 5-6-7-8-10-12-14-16-18-20; xLux padiglioni 1-3

Salone Internazionale del Complemento d’Arredo

Novità, stile e tendenza sono le parole chiave di quest’area espositiva di 10.000 metri quadrati, in cui oltre 200 espositori offrono tutto ciò che è in grado di dare personalità e originalità alla casa. Qui si possono scoprire tutti i trend che riguardano elementi di decoro, complementi di arredo, tessili per la casa.

Padiglioni da 1 a 8, 10, 12, 14, 16, 18, 20

EuroCucina

Alla sua 22° edizione, raduna 111 espositori distribuiti su un’area pari a 21.800 metri quadrati. La cucina diventa sempre più uno spazio organizzato e funzionale e l’apertura verso la zona living spinge per soluzioni efficienti, intelligenti e modulari.

Qualche anticipazione di quello che vedrete in fiera? Ritornano le pietre naturali e i rivestimenti che ne imitano l’aspetto, ma anche il legno e il metallo. E riapparirà il colore, a tratti molto vivace come il viola o il verde!

Padiglioni 9-11, 13-15

FTK – Technology For the Kitchen

L’evento collaterale di EuroCucina, alla sua 7a edizione, porta in fiera con 47 partecipanti distribuiti su 14.300 mq il futuro degli elettrodomestici in cucina.

Grazie all’IoT (Internet of Things) e agli assistenti virtuali, infatti, vengono proposti apparecchi sempre connessi e integrati, iper-efficienti e votati al risparmio energetico cambieranno il nostro modo quotidiano di rapportarci a questo spazio. La smart kitchen è sempre più reale e assicura efficienza, sostenibilità, controllo dei consumi, sicurezza, comodità ma anche divertimento. Tratto comune è l’uso sempre maggiore di connettività e domotica.

Padiglioni 9-11, 13-15

Salone Internazionale del Bagno

La biennale dedicata al meglio della produzione internazionale, dai mobili e accessori, alle cabine doccia e impianti sauna, dalla porcellana sanitaria ai radiatori, rivestimenti e rubinetteria, dalle vasche da bagno a quelle idromassaggio, è alla sua 7° edizione e vanta 228 espositori distribuiti su 20.600 metri quadrati.

Le riflessioni più interessanti saranno quelle sulle nuove connotazioni di questo ambiente della casa, che si è trasformato da luogo puramente funzionale e razionale a stanza del benessere e del relax, e che si fa digitale e green oriented senza dimenticare tuttavia la componente emozionale.

Padiglioni 22-24

SaloneSatellite

L’appuntamento più importante nel mondo del design dedicato ai giovani talenti under 35 è alla sua 21a edizione: saranno 650 i protagonisti distribuiti su 2.800 metri quadri con ingresso libero al pubblico da Cargo 4. Quest’anno il tema assegnato ai talenti selezionati è Africa/America Latina: Rising Design – Design Emergente.

Da non perdere la mostra del design di derivazione popolare curata per l’America Latina dai fratelli Campana, progettisti da tempo attivi nel recupero sociale degli emarginati, e per l’Africa dal designer franco-marocchino Hicham Lahlou, fondatore dell’Africa Design Award & Days.

Padiglioni 13-15