Tra le tante novità che saranno proposte al Salone dell’auto di Parigi (che si svolge dal 2 al 19 ottobre), sicuramente questa sarà la più curiosa. Ma d’altronde, l’Aston Martin non è un’automobile comune: da sempre infatti il suo nome viene associato all’agente segreto più famoso del mondo, il mitico James Bond, e in ogni nuovo episodio della sua intramontabile saga si presenta a bordo di modelli dalle caratteristiche tecnologiche avveniristiche.

Sembra quindi che gli ingegneri dell’Aston Martin abbiano deciso di far sentire un po’ James Bond anche i propri clienti, realizzando questo orologio da polso che agisce in tutto e per tutto come una chiave elettronica con la quale aprire la propria Aston Martin DBS.

L’idea nasce dalla fruttuosa collaborazione tra Aston Martin e Jaeger LeCoultre, una delle firme dell’orologeria artigianale più importanti al mondo, che dal 2004 ha visto nascere alcuni degli orologi più raffinati al mondo. Questa volta però la Jaeger LeCoultre ha voluto fare di più, realizzando AMVOX2 DBS Transponder.

AMVOX2 DBS Transponder

All’interno di questo elegante orologio da polso vi è un microchip che lo rende a tutti gli effetti una chiave elettronica con la quale aprire e chiudere la propria automobile. Riuscire a far contenere tutto all’interno della cassa è stato un lavoro lungo e laborioso, che ha visto gli artigiani di Jaeger LeCoultre impegnarsi in un lavoro di precisa miniaturizzazione dei componenti per quasi 18 mesi.

Il DBS Transponder è realizzato sulla cassa basculante del cronografo AMVOX2: premendo sul vetro tra l’8 e il 9, dove è indicata la dicitura OPEN, sarà possibile aprire l’auto, mentre per chiuderla basterà premere tra il 3 e il 4, dove reca la scritta CLOSE. A bordo, un semplice pulsante START/STOP permetterà di avviare il motore.

AMVOX2 DBS Transponder sarà disponibile per tutti i possessori di Aston Martin DBS a partire dal mese di dicembre, con un costo che si aggira intorno ai 27.500 euro.