Per la salute dei bambini i cellulari possono essere dannosi: meglio far valere la precauzione, come ha affermato anche il Consiglio Superiore di Sanità nella sua ultima seduta. Pur non potendo stabilire un nesso causale tra uso dei telefonini e cancro, il suo uso smodato è sconsigliato.

Pur avendo a cuore la salute dei bambini molte mamme non hanno questa informazione, ma la scatola cranica più sottile e la maggior presenza di acqua nelle teste dei loro pargoli permette alle onde elettromagnetiche di penetrare più profondamente e ampiamente. La precauzione, quindi, vale in particolare per i più piccoli.

Per questa ragione, il Ministero della Sanità ha annunciato che avvierà una campagna di sensibilizzazione per un utilizzo appropriato di questi dispositivi, evidenziando come si debba ridurne l’uso smodato e si debba evitare di lasciare il cellulare ai bambini se non in caso di stretta necessità, e insegnando loro a tenerlo spento per gran parte del tempo.

Dei telefoni cellulari si è certamente parlato molto in questi giorni dopo il servizio di “Report” su Rai3, che ha affrontato con il suo stile accurato la grande massa di informazioni contradditorie e posto un interrogativo inquietante sul conflitto di interesse fra ricerca scientifica pubblica e grande industria.

Anche se è bene ribadire come non esistono attualmente dati che confortino in un senso o nell’altro, sarà una bella fatica per le famiglie non soddisfare le richieste dei piccoli, infatti bambini e tecnologia rappresentano un binomio ormai stretto. Ma potrebbe essere per il loro bene.

Fonte: Ministero della Salute