La salute dei bambini in inverno può essere spesso in pericolo; sia che si vada in vacanza sia che si resti a casa bisogna sempre stare attenti e salvaguardarla. Se si abita nelle città più fredde, dove il rischio neve è sempre in agguato, la prima cosa da fare è munirsi di crema protettiva e occhiali da sole.

Sembrano apparentemente due accortezze da avere solo nella stagione estiva, ma in verità sono estremamente importanti per la salute dei bambini. La neve, riflettendo oltre il 75 % dei raggi ultravioletti, è dannosa sia per la pelle che per gli occhi dei piccoli essendo più sensibili alla luce solare.

Per quanto riguarda gli abiti, invece, cercare di non far indossare loro tute o calzature troppo strette che impediscono al sangue di affluire adeguatamente e far diventare così i piedi ancora più freddi. Quando i bambini, ad esempio, escono di casa per andare a giocare con gli amici, devono vestirsi con il metodo cosiddetto “a cipolla”, cioè a strati. Gli abiti devono assicurare calore ed essere esternamente sia anti vento che impermeabili.

La lana perciò, rispetto al cotone, è da preferire e le zone del corpo da preservare maggiormente sono: testa, viso, collo e mani. Ricordate che la sicurezza dei bambini passa anche dai preparativi per il viaggio. Dunque, se si decide di trascorrere la vacanze fuori casa ricordarsi di mettere in macchina tutto l’occorrente per le emergenze; kit di pronto soccorso, coperte, pala, raschietto per il ghiaccio che si forma sul parabrezza, acqua e snack a lunga conservazione.

Per quanto concerne l’auto ricordarsi anche di farla preventivamente controllare da un meccanico di fiducia e avere sempre con sé le catene da neve. Altro aspetto da considerare per la salute del vostro bambino riguarda la sua sicurezza per gli sport invernali. Capita che, una volta arrivati nella località sciistica prescelta, il bambino esprima il desiderio di provare le attrezzature sportive. Per quanto riguarda il pattinaggio sul ghiaccio, la pista non può essere improvvisata ma deve aver passato i dovuti controlli. Se vogliono provare lo slittino, assicurarsi che il luogo non sia troppo affollato o vicino alla strada.

Se, invece, il bambino vuole provare gli sci o lo snowboard è essenziale che prenda lezioni dall’istruttore della zona. Ovviamente l’abbigliamento adatto prevede il casco, i guanti e, inoltre, il bimbo deve essere sempre accompagnato da un adulto. Per prevenire malattie da raffreddamento, bisogna alzare le difese immunitarie del bambino tramite una dieta equilibrata.

Per questo la merenda è un pasto importantissimo e si devono evitare le classiche merendine preconfezionate. Meglio sostituirle con frutta secca e fresca o verdure crude, oppure scegliere i cracker di grano, da accompagnare con formaggio e yogurt.

Per quanto riguarda i liquidi, preferire i succhi di frutta a basso contenuto di zuccheri e con un’alta percentuale di vitamina C o il tè decaffeinato. Altra bevanda che sicuramente i bambini apprezzeranno per il suo gusto dolce è la cioccolata calda. Con l’avvento della stagione invernale bisogna cercare di fare una scorta non solo alimentare che consenta di sopravvivere nelle giornate più critiche, nelle quali non sarà possibile neanche uscire di casa.

Dunque, ci si deve premunire di batterie di scorta per le torce elettriche e gli apparecchi elettronici, un’abbondante scorta d’acqua, materiale medico di primo soccorso (garze, cerotti, medicinali di prima necessità, guanti etc.) e prodotti alimentari non deperibili. Prima che arrivi il freddo intenso è bene, ogni anno, far controllare l’impianto di riscaldamento da un tecnico. Ultimo consiglio è quello di fare attenzione alle stufe elettriche, molto pericolose per i più piccoli che potrebbero avvicinarsi incuriositi. Sono semplici consigli che aiutano a prevenire rischi per la salute dei bambini.

Fonte: Rd