Saranno la tendenza dell’estate, sono indossati da modelle in passerella e riempiono già le vetrine dei negozi, ma ai podologi non piacciono affatto. Sono i clogs, gli zoccoli di legno con tacchi alti e vertiginosi, amati da moltissime donne ma sconsigliati dagli esperti in salute dei piedi.

Il perché è presto detto. Il tacco troppo alto spinge il corpo in avanti sbilanciando il baricentro e costringe i metatarsi, ovvero l’avanpiede, a sostenere tutto il peso corporeo, che può variare dai 50 ai 100 kg. Altro difetto: i clogs stretti in punta stringono troppo le dita e lasciano completamente libero il tallone, non sostenendo il peso neppure lateralmente.

Il presidente dell’Aip (Associazione italiana podologi), Mauro Montesi, ci sconsiglia quindi di portare assiduamente questo tipo di scarpa, e ci invita a lasciarla in una parte del nostro armadio per tirarla fuori soltanto per serate particolari o comunque per occasioni che ci costringono a stare in piedi per poco tempo.

L’uso prolungato regala callosità plantari e digitali, metatarsalgie, e favorisce l’alluce valgo. Basta non esagerare, il piede altrimenti vi chiederà il conto.

Ma il no dei podologi va anche a un altro tipo di scarpa, per la quale fanno le stesse raccomandazioni: la ballerina di gomma, di nuovo di moda e tanto amata da teenager e non solo. Questa infatti, soprattutto se indossata d’estate, costringe il piede a stare in un clima umido decisamente poco salutare. Montesi quindi si raccomanda di non pensare solo alla moda trascurando la salute dei nostri piedi perché questi possono presentarci il conto a tutte le età.