Per il tuo bambino la temperatura giusta ad evitare surriscaldamento, un fattore molto insidioso in particolare nella stagione fredda. Naturalmente tu sei preoccupata e temi un aumento della sua temperatura corporea. Però devi sapere che la febbre non è una malattia, ma un segnale con il quale il corpo reagisce all’attacco della malattia. È una difesa naturale dell’organismo che aiuta a distruggere i microbi.

La temperatura corporea può variare e, specialmente nei bambini piccoli, può aumentare in seguito a sforzi fisici, dopo aver mangiato cibi caldi o bevuto bevande calde, oppure a causa dell’ambiente troppo riscaldato. Se la febbre non supera i 38,5-39°, non va trattata subito. Si consiglia di attendere almeno un giorno sorvegliando attentamente il decorso della febbre e l’aspetto del bambino prima di ricorrere ai farmaci.

È opportuno osservare attentamente se il bambino è pallido o arrossato, se ha appetito e voglia di giocare, se piange continuamente, se lamenta dolore e non riesce a dormire. E ancora notare se respira con difficoltà, se ha il naso chiuso, se ha tosse o mal d’orecchi, se ha vomito o diarrea. Sono sintomi che vanno segnalati al suo pediatra, che potrà fare una diagnosi in base ai sintomi. In attesa del suo parere, è opportuno idratare il bambino, facendogli bere molta acqua, tè o camomilla.

In ogni caso, la prima cosa che devi fare è stare calma. Controlla la temperatura regolarmente, fai bere il bambino, non sforzarlo a mangiare se non vuole, evita di coprirlo eccessivamente. Somministra un antipiretico solo se la temperatura supera i 38,5° ascellare e ripeti la somministrazione non prima di sei ore, se la temperatura continua ad essere alta e disturba il bambino. Ma non superare ”mai” le ”quattro” dosi giornaliere. Si sconsiglia di usare l’antipiretico sotto i 38,5° perché non è necessario. Infatti, il bambino tollera bene la febbre fino a 39°.

Comunque, se non sei riuscita a misurare la temperatura e senti che il bambino è molto caldo oppure se la temperatura non supera i 38° ma il bambino è molto abbattuto e si lamenta o piange per il dolore, puoi somministrare l’antipiretico che oltretutto svolge un’azione analgesica, calmando i dolori. Utilizza il paracetamolo solo quando è necessario e solo secondo la dose consigliata dal pediatra.