Uno studio recente ha rivelato che oltre la metà dei genitori somministra gli antibiotici ai propri bambini nel modo sbagliato. Ecco gli errori più comuni…Esattamente tre.

*Dare la medicina con il cucchiaino

Usa sempre il misurino della medicina o una siringa con il corretto dosaggio indicato, per evitare un sovradosaggio o un dosaggio troppo scarso.

*Non portare a termine il ciclo di antibiotici

Anche se il tuo bambino sembra stare meglio, bisogna completare la cura, per evitare che gli torni l’infezione.

*Raddoppiare una dose

Non puoi, neppure nel caso in cui ne hai saltata una. Può essere anche pericoloso. Se dimentichi una dose limitati a dargli regolarmente la dose successiva.

I FARMACI DA BANCO PER IL BAMBINO

Secondo alcuni esperti medici statunitensi, diversi farmaci da banco per curare la tosse e il raffreddore potrebbero essere pericolosi per i bambini al di sotto dei due anni, se si evita di seguire con attenzione le istruzioni allegate. È veramente il caso di preoccuparsi?

Nello studio, i bambini che avevano avuto bisogno di cure d’emergenza avevano ingerito, senza essere controllati, una quantità eccessiva di medicinali, mescolando insieme decongestionanti e farmaci per la tosse. Per evitare il problema, tieni i medicinali fuori dalla portata del tuo bimbo; dagli la medicina nella giusta dose nell’arco delle 24 ore e ricorda che deve essere adatta all’età del bambino e al suo peso.

Se utilizzi più prodotti, assicurati che non abbiano gli stessi ingredienti. Usa dei preparati che contengano un solo componente, come ad esempio il paracetamolo, sotto forma di sciroppo per curare la febbre e gli stati dolorosi ed evita di usare farmaci specifici per la notte solo per fare addormentare il piccolo e non perché ci sia una necessità vera e propria. Se il bambino accusa sintomi che destano la tua preoccupazione, chiama il pediatra e non dargli alcun farmaco prima che il medico sia arrivato.

NOTA

Il 70% dei genitori non sa che fumare in casa è una delle cause più eclatanti della morte improvvisa dei neonati.