Se il pediatra ha riscontrato un soffio al cuore nel tuo bambino non devi spaventarti, spesso non si tratta di un problema preoccupante.

Devi sapere che il soffio al cuore interessa 5.000 bambini ogni anno, ma nella maggior parte dei casi si tratta di soffi innocenti, detti anche soffi funzionali. Si manifestano come rumori particolari dovuti al passaggio del sangue attraverso le valvole cardiache. Questo disturbo è abbastanza frequente nel neonato. Nel 50-60 per cento dei bambini il pediatra ausculta il soffio cardiaco. Questo problema può presentarsi, ad esempio, nel corso di un episodio febbrile, ma può anche persistere nel tempo e ripresentarsi a più controlli.

Quando il soffio è funzionale

Molto spesso si tratta di un soffio innocente. Quando persiste per lungo tempo, un pediatra potrebbe richiedere la consulenza del cardiologo pediatra, il quale, visitando il bambino, valutando il suo elettrocardiogramma ed eseguendo un’ecocardiografia conferma la diagnosi: il cuore è perfettamente normale.

Ma cosa sono questi soffi funzionali e perché si manifestano così di frequente nei bambini? I soffi funzionali sono rumori che il sangue produce passando attraverso il cuore. Si tratta di una sorta di turbolenza di flusso che non comporta alcuna anomalia cardiaca. Diagnosticare un soffio funzionale equivale a dire che il cuore non ha alcun problema. Per questo viene definito soffio innocente.

Questi soffi sono frequenti nei primi anni del bambino e sono dovuti alle caratteristiche dell’organismo, ancora molto fragile e delicato, come ad esempio, l’elasticità della gabbia toracica. Anche l’elevata frequenza cardiaca, tipica nei bambini piccoli, e la minor viscosità del sangue, dovuta al basso contenuto di globuli rossi (anche questa fisiologia dei primi anni), fanno sì che si creino più facilmente delle turbolenze che generano i famosi soffi funzionali.

Perfino lo spessore dei tessuti e delle ossa, che separa il cuore dall’orecchio del medico che ausculta, fa sì che sia possibile percepire rumori molto deboli. Nulla di cui preoccuparsi, quindi, quando il cuore del tuo bambino fa un soffietto che il pediatra definisce funzionale o innocente. Tuttavia, se il disturbo persiste, per sicurezza si effettua un cardiogramma. Nel 90% dei casi il soffio al cuore è innocuo, ma alcuni bambini manifestano un restringimento in una valvola cardiaca o attorno al cuore: anche in questi casi, l’intervento chirurgico è molto improbabile. Se invece c’è qualcosa di diverso…Di questo parleremo domani.