Uno dei primi segnali indicatori di una crisi nella coppia è il venir meno dei baci. Eppure, superata la fase idilliaca del corteggiamento, sono proprio i baci a dare il via alle storie d’amore. La passione non può infatti prescindere da questo atto apparentemente minimo ma in realtà carico di significati: gli esperti concordano nel sottolineare come un bacio tra due persone costituisca l’atto più intimo, poiché rappresenta l’abbattimento di ogni difesa nei confronti della persona amata.

Non a caso, quando due persone reciprocamente innamorate non sono ancora diventate  coppia ma sono già nella fase del corteggiamento avanzato, ciò che desiderano fortemente è proprio l’emozione che scaturisce dal primo bacio, segnale inequivocabile di passione e ardore. Ecco perché la riluttanza (reciproca o di uno dei partner) nei confronti dei baci va affrontata senza mettere la testa sotto la sabbia: evidentemente nella coppia qualcosa non va. Di seguito alcuni consigli per superare la crisi e riportare la propria relazione sulla retta via, quella dell’intimità e della condivisione gioiosa.

Anzitutto, occorre stabilire le giuste priorità: le giornate scorrono veloci, gli impegni si susseguono, è vero. Ma quanto valore si attribuisce alla coppia? Davvero si è disposte a sacrificare il proprio rapporto in favore del lavoro? La prima regola quindi è questa: obbligarsi a trovare il tempo per baciare il proprio compagno. Sì ai baci quando si esce di casa al mattino, quando si rientra la sera, quando si va a dormire e quando si è in procinto di partire. Più ci si bacia, meglio è. La scienza conferma: secondo una ricerca condotta dal Lafayette College di Easton, in Pennsylvania, i baci fanno abbassare i livelli di cortisolo, diminuendo lo stress.

Altra parola chiave: sorpresa. Perché non sorprendere il partner con intriganti baci dati al volo, quando meno se lo aspetta? L’unica avvertenza è di non lanciarsi in mosse avventate: per esempio, se si è in macchina e lui sta guidando, roteargli la testa per sbaciucchiarlo potrebbe condurre a esiti imprevedibili e non proprio positivi. Meglio, invece, un bel bacio mentre si sta cucinando insieme, o mentre si porta a spasso il cane, per ricordargli quanto è importante e quanto amore si prova nei suoi confronti.

Molto importanti per rafforzare l’intesa e traghettare la coppia sulla sponda della rinnovata felicità, sono pure gli abbracci: il consiglio anche in questo caso è di non trattenersi, perché il contatto fisico garantisce la circolazione di belle emozioni senza bisogno di parole. Inoltre il contatto fisico derivante dall’abbraccio rassicura e stimola il rilascio delle endorfine, meglio note come gli ormoni della felicità. In conclusione, quando si vive una crisi di coppia, il primo fondamentale passo è quello di prenderne atto: questa consapevolezza consente infatti di adottare le necessarie contromisure per ristabilire l’ottimale livello di intimità. 

Fonte: Your Tango