È possibile creare un cellulare che non abbia un grosso impatto ambientale o comunque dimostrando attenzione per il mondo che ci circonda? Fino a poco tempo fa questo sembrava al di fuori degli obiettivi che le aziende si ponevano, ma oggi le cose sembrano essere cambiate, sulla scia probabilmente di ciò che sta accadendo anche nel settore automobilistico, che sembra rivolgersi sempre più a tecnologie pulite.

Samsung, una della aziende più attente al problema dell’inquinamento e dello sfruttamento delle risorse, sta sviluppando un progetto denominato Samsung Blue Earth che darà origine ad un particolare telefono cellulare.

Il corpo dello smartphone sarà realizzato con la plastica ricavata da bottiglie riciclate mentre l’hardware rispetterà gli studi fatti per limitare il consumo inutile di energia, legato alla luminosità dello schermo ed all’utilizzo del Bluetooth.

Ma l’elemento più interessante di questo oggetto sarà il pannello solare posto sulla superficie posteriore, in grado di limitare sensibilmente il continuo ricorso alla rete elettrica per ricaricare la batteria.

Purtroppo, non disponiamo ancora di informazioni sulle sue caratteristiche tecniche, ad eccezione del fatto che si tratterà di un telefonino con tecnologia full-touchscreen.