San Valentino: molti la considerano una festa meramente commerciale, eppure in un mondo frenetico, in cui spesso si è stanchi per le fatiche lavorative, è uno di quei giorni che può essere eletto e devoto alla coppia, cercando un nuovo stimolo nel gioco e nel corteggiamento.

Per cui accanto a una cena e una prospettiva di dopocena, in occasione di San Valentino si può pensare di giocare un po’. Ci sono tanti giochi che una coppia può fare, innescando il meccanismo del corteggiamento e ricordando i primi tempi in cui non si dava tutto per scontato, come quando avviene dopo un po’ di tempo in cui la propria love story prende il volo.

Uno di questi è il gioco di carte. Qualcosa a metà tra lo strip poker e lo scopone tradizionale: i pegni possono essere scelti via via, e possono andare dal casto bacio sulla guancia, a qualche morso all’orecchio o magari anche una lap dance. Si tratta di pegni divertenti che fanno ridere ma alzano anche la temperatura, il che a San Valentino ci sta benissimo, soprattutto col freddo che fa a febbraio: scaldarsi insieme è sempre una cosa positiva.

Si può anche giocare a baciarsi come fanno gli attori nei film. Questo gioco è particolarmente indicato per i cinefili: basta selezionare magari su Youtube delle scene di film romantici come “Harry ti presento Sally”, “Via col vento”, “Mulholland drive” e “Velvet goldmine” ( questi ultimi dedicati alle coppie non strettamente eterosessuali), o anche, per gli uomini che lo hanno sempre desiderato senza mai essere esauditi, noleggiare un film porno e rifare tutto: meglio un porno soft o un film erotico, perché in questo modo la sensibilità della donna non verrebbe eccessivamente offesa. Consigliati l’evergreen “9 settimane e mezzo” o “La chiave”, o un bel film giapponese, in cui l’erotismo è un fatto maggiormente raffinato, così oltre al fattore erotico si vedrà anche un film pregevole.

Poi c’è una sorta di gioco di società, che si chiama “A lover’s touch” e che include una board,che nel corso del gioco permette di svolgere 85 attività intime in 54 scenari avventurosi. Un passatempo dedicato a chi ama i giochi di ruolo, i travestimenti e altri feticci. Altrimenti, se si sceglie un gioco di società, si può usare in chiave erotica anche il Twister: il contatto con il proprio amato stimola sempre certi pensieri, per cui ricadere sui pois colorati può portare a tante risate ma anche a una fuga veloce verso le lenzuola.

Fonte: Sheknows.