Che estate sarebbe senza sandali? Sono loro i modelli più belli da portare in vacanza: comodi, versatili, freschi. Ne esistono di infinte varietà, adatte alla spiaggia e più consone a serate in discoteca, di corda, cuoio o legno, multicolor o tinta unita. Stilisti e brand, anche per questa estate 2016, si sono davvero sbizzarriti nel dar vita a sandali davvero deliziosi e originalissimi, capaci di accontentare anche i gusti più difficili.

Riuscire a districarsi nella giungla delle proposte potrebbe davvero essere difficile, vediamo allora di fare ordine tra i tanti modelli per stilare una lista dei più belli da portare in vacanza.

Galleria di immagini: Sandali: le immagini dei più belli da portare in vacanza

  • Sandali bassi: icona di un decennio – gli anni Sessanta – e del made in Italy, i sandali infradito, conosciuti anche come sandali stile Capri o stile Positano (perché realizzati dagli artigiani della Costiera Amalfitana), sono tra i sandali più belli da portare in vacanza, perfetti per le passeggiate tra le stradine dei paesi della costa del Belpaese. Da sempre sinonimo di stile minimal e chic, questi sandali hanno saputo conquistare intere generazioni di fashion addicted, diventando negli anni un vero must per qualsiasi donna. Chi non ha la possibilità di visitare una delle “botteghe” di Positano – tra cui il celeberrimo Mastrodomenico che nel 1962 seppe incantare con le sue creazioni nientemeno che Jaqueline Kennedy – può scegliere una delle proposte di Café Noir, con strass, oppure la variante con corda di Michael Kors. Da Fendi, il sandalo basso di pelle nera si caratterizza per gli intarsi patchwork multicolor e le morbide frange in pelle che richiamano il motivo Bag Bugs.
  • Sandali con tacco: anche se le vacanze sono il momento dedicato al relax, sarebbe un grave errore non infilare in valigia almeno un paio di sandali con il tacco, da indossare la sera con un outfit più ricercato. La scelta tra il tacco dritto e largo o a stiletto dipende dalle preferenze personali. In suede due colori lo stiletto di L’Autre Chose, da abbinare con gonne a campana o pantaloni coulotte; suede e pelle laminata si incontrano ed esaltano a vicenda nei sandali di Santoni, in cui la lucentezza dell’oro sposa l’intensità della palette colori e le nappine sono in contrapposizione alla struttura a gabbia. Tacco dritto e più stabile quello proposto nei sandali in gros-grain di Gucci, caratterizzato da listini con dettaglio web e cinturino alla caviglia a contrasto in pelle metallizzata color oro. Stella McCartney, invece, sceglie di decorare il tacco con motivi floreali, proponendo un modello delizioso perfetto per impreziosire anche il tubino nero più anonimo.
  • Sandali con zeppa: per chi non riesce a rinunciare alle altezze ma preferisce stare comoda, la zeppa è il giusto compromesso. Anche in questo caso le proposte sono svariate. Castañer, celebre per le espadrillas, ha realizzato un sandalo con zeppa di juta naturale con frange di filo di cotone e dettaglio di fibbia metallica nella parte posteriore: portarle ai piedi significa poter fare anche diversi chilometri senza accusare sgradevoli fastidi. È in sughero, invece, la zeppa di Casadei: intrecci e cuciture a vista per un modello davvero prezioso, perfetto da portare in vacanza.